LE ULTIME RICETTE

Sformato di Zucca, Patate e Speck

"Vi sono periodi in cui sembra che non accada nulla e soltanto col tempo realizzi quante cose sono invece successe"(M.Venturi – La moglie addosso) Breve storia triste di collaborazione domestica.Chiedo all'inossidabile De Win: "Mi prenderesti nel pozzetto il pollo da fare questa sera con le patate?"Repentina la risposta del consorte: "Che forma ha?"… ecco … Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Torroncini zuccherati friabili e buonissimi

I torroncini zuccherati si conservano per molti giorni e sono davvero gustosi da sgranocchiare. Vengono friabili, assolutamente non duri. Ottimi anche da regalare Questa ricetta è anche chiamata soprattutto nelle mie zone (Avellino) torroncini di San Martino. Infatti il giorno di San Martino è usanza fare questi torroncini con le nocciole. Unica accortenza per preparare Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Pasta dei Cornuti: la Ricetta del Semplicissimo Primo Napoletano

Pasta dei Cornuti: la Ricetta del Semplicissimo Primo Napoletano La pasta dei cornuti, così chiamata a Napoli, altro non è che la comunissima pasta al burro, uno dei primi piatti più veloci da portare in tavola, che porta via poco tempo ma soprattutto pochissima fatica. Anche se oggi questo piatto è molto apprezzato nonostante la Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Pizza di Gallette o Torta di Gallette: la Ricetta dell’Antico Dolce Campano

Pizza di Gallette o Torta di Gallette: la Ricetta dell’Antico Dolce Campano È un dolce semplicissimo degli anni ‘60, un dolce campano che si prepara bagnando i biscotti secchi con un po’ di liquore e farcendo il tutto con della crema pasticcera. In particolare si tratta di un dolce tipico della cucina povera Salernitana, perchè Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Spaghetti alla Puveriello – Antiche Ricette Napoletane

Antiche Ricette Napoletane: i Buonissimi Spaghetti alla Puveriello I piatti semplici e veloci spesso sono i più gustosi. Per questo motivo molti chef ripropongono nei loro ristoranti molti piatti della tradizione ormai dimenticati e poco conosciuti, come esempio gli spaghetti alla puveriello, in italiano spaghetti alla poverello. Un piatto antico della tradizione napoletana, che rappresenta al Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Cialda di Parmigiano: la Ricetta Infallibile per Farne Una Perfetta

Cialda di Parmigiano: la Ricetta Infallibile per Farne Una Perfetta La cialda di parmigiano è un’ottima decorazione per allestire piatti di verdure, paste e creme salate. Oltre all’aspetto estetico, aggiunge anche un sapore stuzzicante e croccante per completare il piatto. La preparazione della cialda di parmigiano è di una semplicità assoluta. Ci occorre solo del Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Torta di mascarpone e robiola con marmellata di lamponi

Non è davvero inverno fino a che non scende la neve… è come se ci avvertisse che manca davvero poco al Natale. Mi dà allegria guardare i fiocchi di neve scendere così leggeri e delicati. Fuori c’è uno strano silenzio come se tutto si fosse fermato per ammirare questa meraviglia della natura. La neve mi Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Vol au vent con insalata russa

I cieli grigi e le luci di dicembre sono la mia idea di gioia segreta Adam Gopnik Natale con il suo carico di emozioni, con i suoi riti, le sue luci e i suoi colori, finalmente è tornato. E’ la festa più bella dell’anno, la più dolce e magica, la più condivisa, la più colma Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Giovanni Santarpia in tour, in attesa della nuova pizzeria

Vi manca la pizza di Giovanni Santarpia, vero? In attesa dell”apertura della nuova pizzeria, ecco il tour gastronomico in giro per l’Italia,  per assaggiare le sue famose  pizze. Segnatevi queste date in agenda. La prima data del SantarpiaTour è fissata per mercoledì 19 dicembre a Sesto Fiorentino (Firenze), in Piazza Vittorio Veneto. Originario di Castellammare di Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA

Ravioli dell’azdora con ripieno di formaggi

Ravioli dell’azdora con ripieno di formaggi, una ricetta classica della cucina emiliana, quando di abitudine si utilizzava quello che si aveva in casa e tutto a occhio senza bilancia e senza tutti gli elettrodomestici che oggi abbiamo. L’azdora era il nome che si dava alla donna più anziana (matriarca) di casa ed era in pratica Continua a leggere..

VAI ALLA RICETTA
[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]