Supplì al telefono

Supplì al telefono con cuore filante di mozzarellasupplì al telefono sono una pietanza tipica della cucina romana, che si presenta sotto forma di crocchè di riso, e che contengono un cuore filante di mozzarella. Il termine “supplì” deriva dal francese “surprise”, che significa appunto “sorpresa”, con riferimento al cuore filante di mozzarella che è nascosto al loro interno. Quando inoltre si apre il supplì, dividendolo in due parti, il cuore di mozzarella crea un “filo” di collegamento tra le due parti, come il collegamento del “telefono”.

Il supplì al telefono è una specilità romana che si gusta anche come street food, venduto ache in strada dai venditori ambulanti. Sembra che i supplì siano nati nella Trattoria della Lepre, nel 1847. La ricetta originale dei supplì, sebbene sia stata rivisitata nel tempo in base a delle sfumature legate a gusti ed esigenze personali, di base utilizza riso carnaroli cotto e poi condito con sugo arricchito da carne macinata e pecorino. Il riso viene poi lasciato riposare prima di procedere alla formazione della “polpetta” che prima di essere fritta, viene rivestita con battuto d’uovo e pangrattato.

I supplì al telefono sono una preparazione che, anche se con delle differenze, è possibile ritrovarla in numerose località italiane, da nord a sud dello stivale, con sfumature tipiche locali. I più famosi ad esempio sono sicuramete gli arancini di riso, simbolo della bellissima Sicilia. Come spesso accade con ricette di questo genere, anche questi deliziosi crocchè possono essere utilizzati anche come ricetta di riciclo, magari proprio del riso al sugo avanzato.

Leggi anche come fare il  Sartù napoletano

Leggi tutto…

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]