Risotto alla verza e mandorle

C’era un tempo in cui anche la Patty faceva foto “de mmmerda” come noi comuni mortali, poi c’è chi evolve e chi resta incastrato in un brodo primordiale come la sottoscritta, che però è maturata ed è giunta alla conclusione che il blog è suo e seguendo la filosofia del “sti c…zi” ha deciso di riprenderlo anche se non so fare le foto, non ho mezzo props e i faretti non sono altro che un soprammobile.
Più o meno cucino e pace: questo è il mio spazio…me ne faccio una ragione.
Patty l’ho conosciuta a in un blogtour a Bitotonto (giusto Patty?). Quando mi chiese se volessi partecipare mi emozionai come una debuttante al primo ballo. 
La Patty che ti si fila: da sdraiarsi al suolo e farsi cospargere d’olio. Era il 22 dicembre o giù di lì e furono due giorni bellissimi.
Lei è così: “oltre” e modesta allo stesso tempo. Non l’ho mai sentita parlare male di nessuno o, anche se lo ha fatto (mica è santa, eh?),  sempre col sorriso, sdrammatizzando la cosa, senza cattiveria.  
Mi sono divertita ad andare a ripescare il suo primo post, vedere quanta strada abbia fatto, quanta passione e quanto amore abbia messo in ogni articolo mi ha dato la giusta carica per non farmi abbandonare questo piccolo spazio, che anche se misero confronto a tanti altri è mio e mi ha dato tanto.
Ricetta speciale, soprattutto per una che usa il burro in ogni risotto: bello scoprire una prospettiva diversa. 

Risotto con verza, semi di papavero e pinoli tostati  mandorle tostate
Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso Carnaroli
  • 300 g di verza
  • uno scalogno
  • un l di brodo vegetale
  • una piccola robiola (c.ca 80/100 gr)
  • olio extra vergine d’oliva
  • 2 cucchiaini di semi di papavero
  • 50 gr di pinoli mandorle a lamelle
  • prosecco o spumante secco o vino bianco (tu non ami il burro, a me non piace sfumare col vino: ognuno la sua)
  • rosmarino
Dopo aver tagliato la verza a striscioline sottili, fatela stufare in una larga padella con lo scalogno tritato e imbiondito in olio extra-vergine d’oliva. Cuocete per circa 15 minuti,  bagnandolo via via con un po’ di brodo. A parte, in una casseruola antiaderente, fate appassire lo scalogno nell’olio Quindi ho fate brillare il riso. A questo punto comincia la cottura del riso con il brodo, continuando a mescolare per circa 5 minuti. Aggiungete quindi la verza ed proseguite la cottura per il rimanente tempo (circa 10 minuti) sempre aggiungendo il brodo fino ad assorbimento. Nel frattempo tostate le mandorle in un padellino e tenerle da parte. A cottura ultimata, e lievemente al dente, spegnete la fiamma, aggiungete le mandorle, i semi di papavero ed un cubetto di robiolina fresca, mantecando il risotto. A fine cottura aggiungete qualche fogliolina di rosmarino, come suggerisce la figlia di Patty!



Con questa ricetta partecipo al The Recipe-tionist di Flavia

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.