Crema di verdure del sole (ricetta per pentole a pressione elettriche)

Eccomi qui, ancora in ferie fino al 14 gennaio (siete autorizzati ad insultarmi) ma super operativa con il blog. Per due settimane piene, ho spento il mio chromebook e la mia canon e ho cucinato senza l’ansia delle foto e dei post, ma adesso basta!
In realtà mi è mancato dedicarmi a questo mio hobby ma era giusto staccare la spina e dedicarmi alle gemelle.
Ho pensato che la prima ricetta del 2019 post feste doveva essere qualcosa di leggero e salutare per aiutarci a rimetterci in carreggiata. 

Questa crema di verdure del sole non è farina del mio sacco, nasce dagli ingredienti di una zuppa pronta francese, assaggiata quest’estate in vacanza. Avete presente quelle belle minestre che vendono in cartocci tetra pack anche qui da noi? Bene, le trovo molto comode, sopratutto quando sono fuori casa e le gemelle necessitano di una dose rapida di verdura. Unico inconveniente e che le twins aborrano le vellutate di colore verde e a base di zucca, quindi quando ho trovato questa Soupe de légumes du soleil, ho trovato la pace!
Visto che la mangiavano senza storie, mi sono ricopiata gli ingredienti per provare a rifarla a casa con qualche piccola modifica di mio gusto.
INGREDIENTI per 8 persone:
  • 1 sedano rapa
  • 1 peperone rosso
  • 1 zucchina scura grande
  • 2 carote
  • 16 pomodorini circa o 1 pomodoro ramato
  • mezza cipolla bionda
  • la parte tenera di un porro piccolo )tra il bianco e il verde)
  • 1 l d’acqua
  • 150 g di fagiolini surgelati o 180 g di fagiolini in scatola
  • un cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di aglio in polvere
  • 2 cucchiai d’olio EVO
  • 1 rametto di rosmarino
a piacere per servire:
  • crostini di pane
  • pepe
  • olio

Lavate tutte le verdure, pelate il sedano rapa le carote e la cipolla; rimuovete picciolo, filamenti bianchi e semi dal peperone, spuntate la zucchina e tagliate tutto a tocchetti. Se utilizzate i fagiolini in scatola, scolateli e sciacquateli sotto abbondante acqua.

Accendete la pentola a pressione su sautè, versate all’interno l’olio con la polvere d’aglio e gli aghi di rosmarino, appena comincia a sfrigolare unite tutte le verdure.
Mescolate con cura facendo rosolare per 5 minuti in modo che si insaporisca il tutto.

Versate l’acqua nella pentola, se come me preferite non frullare porro e cipolla con il resto, cercate di lasciarli in superficie. Chiudete coperchio e valvola e impostate il programma soup oppure alta pressione per 20 minuti. Una volta che il programma avrà terminato, lasciate riposare per 15 minuti a valvola chiusa, sfiatate la rimanenza e aprite con cautela per non bruciarvi.

A questo punto ho rimosso cipolla e porro e ho frullato tutto con il minipimer fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Fate attenzione a non schizzarvi e a non sfregare il minipimer sul fondo della pentola, potreste rigare l’antiaderente. Io l’ho tenuto fermo leggermente inclinato appoggiandomi al bordo esterno della pentola con il manico per avere una presa più ferma.

Servite la crema calda, vi consigli di aggiungere un filo d’olio a crudo e una macinata di pepe e se vi piacciono dei crostini di pane.

Se avanzate la crema, una volta raffreddata può essere congelata in contenitori ermetici.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.