Crema di Ceci con Salmone e Pasta. Piatto unico. In tutti i sensi!

Per quanto, nel fine settimana, le temperature in Liguria siano discretamente risalite, anche questa sera il pasto serale avrà come protagonista una calda e gustosa crema di legumi.
E mai come in questo caso, riuscirò a risolvere il Dossier Cena, trasformando un primo piatto in una gustosissima, sana e sostanziosa portata unica. Questo grazie alla presenza dei preziosissimi ceci, di un pesce particolarmente salubre e saporito come il salmone, e della pasta. 
I vantaggi sono degni di nota. Gusto, salute e cena veloce. Un piatto davvero unico. In tutti i sensi! :)
Buona settimana!
Maria Grazia

Crema di Ceci con Salmone e Pasta



Ingredienti
(per due persone)
150 g di ceci secchi
1 filetto di salmone fresco del peso di 250 già privato della pelle
100 g di pasta formato Tubini Pasta Lagano
prezzemolo fresco tritato
1 piccola carota
1 piccolo gambo di sedano
1 cucchiaio abbondante di olio extravergine di oliva
sale
Lasciare in ammollo i ceci per una notte, quindi scolarli e lessarli per circa un’ora e mezza.
Lessare il salmone in acqua bollente salata per circa 10 minuti, tagliarlo a cubetti e condirlo con l’olio extravergine di oliva ed il prezzemolo fresco tritato.
Con l’ausilio del mixer ad immersione, frullare i ceci cotti con un poco della loro acqua di cottura fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Riportare la vellutata sul fuoco, unendo qualche cucchiaio di acqua calda. Portare a leggero bollore e calare la pasta corta.
Versare la crema con la pasta nelle ciotoline da zuppa, unire il salmone a cubetti condito ed irrorare con un filo d’olio extravergine di oliva. Servire subito.
~

Il salmone è un pesce sia marino che d’acqua dolce. Originario dei Mari del Nord, sebbene trascorra la maggior parte della sua vita in mare (circa dieci anni),  nel corso della sua esistenza fa ritorno tre o quattro volte al fiume nativo, al fine di deporre le uova e la risalita lungo il fiume non gli risparmia ostacoli e pericoli. 
Le proprietà organolettiche di questo indomito pesce variano da esemplare a esemplare, a seconda del mare o del fiume in cui sono stati pescati e, ovviamente, è da valutare il fatto che sia stato allevato o meno.
E’ un pesce che consumo almeno due volte a settimana, proprio perché è ricco di proteine, di vitamine del gruppo B, di vitamina D e di grassi polinsaturi, in particolar modo gli straordinariamente benefici Omega 3, che contrastano il colesterolo cattivo (LDL), aumentando quello buono (HDL).
Gli Omega 3 sono preziosi avversari dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
Ritroviamo i preziosissimi Omega 3 anche nei ceci, insieme alle altrettanto indispensabili fibre, al magnesio, al fosforo, al ferro, al calcio e al potassio. Vitamina C ed alcune vitamine del gruppo B si aggiungono agli straordinari benefici di questo gustoso legume.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.