Una Irish Apple Cake per la Giornata del Fiocchetto Lilla

Il gelido Burian ci ha concesso una settimana di quasi primavera; le temperature si sono intiepidite, i prati sono tavolozze di verde brillante tappezzato da chiazze di un limpido azzurro dei non-ti-scordar-di me. Sui balconi compaiono le prime primule e le gemme si aprono approfittando di tiepidi bagni di luce. In questa esplosione di colore però, questa settimana uno ha prevalso: il lilla.

Il 15 marzo infatti si è celebrata la VII Giornata del Fiocchetto Lilla per informare e sensibilizzare il Paese in merito al grave problema rappresentato dai Disturbi del comportamento alimentare, patologie mentali tanto diffuse quanto in realtà sconosciute. Anoressia, bulimia, binge eating stanno ormai proliferando, sopratutto nelle scuole, nello sport, tra le nuove generazioni che nella realtà mediatica e liquida in cui stiamo annegando sono sempre più lasciati a se stessi, in balìa dei social e di realtà parallele e alienanti in cui i dolori sono soffocati dai likes, soffocati per non essere considerati deboli, negati perchè non condivisi dal mondo patinato e perfetto in cui le realtà del web, dei media li sta trascinando.

Bambini cresciuti troppo precocemente, che hanno rinnegato la loro infanzia per catapultarsi in un mondo troppo adulto, troppo falso, dal quale la loro pura e spontanea genuinità e innocenza non avrebbero mai dovuto essere corrotte. Tutto ciò contribuisce alla forte diffusione dei DCA che subdolamente si impossessano della mente e delle vite di vittime troppo giovani e sempre più numerose che tentano di adeguarsi come possono ad una realtà che sembra volerci tutti stereotipati e perfetti.

Ho sempre avuto molto a cuore il tema dei disturbi del comportamento alimentare; sin da quando ero al liceo sapevo che se avessi intrapreso un percorso di studi come quello di Filosofia, l’obiettivo sarebbe stato scrivere le due tesi che sono riuscita ad elaborare proprio in merito a queste problematiche, analizzate sia da un punto di vista psicologico e psichiatrico, sia da un punto di vista filosofico. Non volevo restassero lettera morta; speravo potessero essere utili a prevenire e curare i DCA, mi auguravo potessero aiutare ed essere utili a qualcuno; e devo dire che fino ad ora, qualcosa di positivo sono riuscite a fare e io non posso che esserne fiera.

Da martedì 6 marzo collaboro orgogliosamente con un’associazione che cerca di prevenire, oltre che curare, i disturbi del comportamento alimentare. Nutrimente accoglie soci e volontari che possano aiutare a sensibilizzare circa queste patologie e in occasione della Giornata del Fiocchetto Lilla ha organizzato un evento apposito per illustrare i laboratori di yoga, fotografia sensibile e riavvicinamento graduale al cibo dedicato a coloro che soffrono di un DCA o che hanno una percezione di sè distorta da quella effettiva. Sono corsi focalizzati sull’ascolto del proprio corpo, dei suoi bisogni, sulla propriocezione e sul recupero di quei sentimenti, di quella libertà, di quella leggerezza nell’affrontare il quotidiano ritornando in pace con se stessi, mente e corpo in armonia e non più divisi e in un tremendo ed estenuante conflitto come accade nei disordini alimentari.

Provate a pensare alla difficoltà che queste persone possono avere anche solo nel prendere una mela, tagliarla a pezzetti e utilizzarla nella preparazione di un dolce anzichè vederla come un pasto ipocalorico da consumare durante la giornata e da bruciare subito dopo con una smodata attività sportiva! Il laboratorio di riavvicinamento al cibo vuole proprio aiutare questi pazienti a riacquisire fiducia in se stessi e a concepire il cibo come un alleato e non un nemico, a ritrovare nella convivialità dei pasti la gioia dell’essere insieme alle persone che si amano e non in imbarazzo perchè presunto oggetto dello sguardo altrui giudicante. Su Favole a Merenda vi lascerò i link degli articoli che scriverò per l’associazione, di quelli più significativi e delle loro iniziative, in modo da poter restare sempre aggiornati su queste tematiche e sulle attività che vengono compiute.

Qui potrete trovare il mio primo articolo.

AIUTATE AD AIUTARE, INFORMANDOVI ED INFORMANDO.

Irish Apple Cake

Porzioni8 persone
Tempo di preparazione20 minuti
Tempo di cottura50 minuti

Ingredienti

Istruzioni
  1. In una ciotola mescolate la farina con il lievito setacciato,il sale e le spezie.

  2. Unite il burro freddo da frigorifero tagliato a pezzetti e impastate. Aggiungete lo zucchero e mescolate.

  3. Sbucciate le mele e tagliatele a pezzetti, versatele nella ciotola con le farine e mescolate.

  4. Aggiungete anche le uova sbattute con il latte e mescolate bene con una spatola in modo da coprire bene tutte le mele.

  5. Versate l’impasto in una tortiera da 18-20cm di diametro foderata con della carta da fono. Spolverate sulla superficie lo zucchero (se volete aromatizzato con un cucchiaino di cannella) e fate cuocere in forno a 180°C per 50 minuti.

  6. Lasciate raffreddare prima di servire.

 

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.