Strangozzi ovvero pasta con funghi cardoncello e speck

Strangozzi ovvero pasta con funghi cardoncello e speck

Ho preparato questo primo piatto di strangozzi ovvero pasta con funghi cardoncello e speck perché volevo portare in tavola un piatto semplice e gustoso, ma non immaginavo proprio l’esclamazione di mio marito: “Non sa di niente ma è squisito ne mangerei altri due piatti, è davvero buonissimo!” Solo dopo avere gustato anch’io questo  piatto di pasta ho capito cosa volesse dire questa frase. I funghi cardoncello hanno un sapore delicato, discreto e gradevolissimo che non copre gli altri sapori e proprio questa è la loro particolarità.

strangozzi ovvero pasta con funghi cardoncello e speck
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    35 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti


  • funghi cardoncello

    300 g

  • aglio

    (possibilmente grande e nuovo) 1 spicchio

  • prezzemolo

    (fresco) 1 ciuffo

  • Olio extravergine d’oliva

    4 cucchiai

  • speck

    80 g

  • Sale

    1 pizzico

  • strangozzi secchi

    (oppure spaghetti o altra pasta) 320 g

Preparazione

  1. Pulire i funghi e lavarli uno alla volta in acqua corrente in modo da togliere eventuale terra.

    Tagliare i funghi a spicchietti, come si fa per quelli trifolati.

    Mettere in padella l’olio, i funghi, metà del prezzemolo precedentemente lavato e tagliato fino, lo spicchio d’aglio vestito e un pizzico di sale.

    Cuocere a fuco bassissimo con la padella coperta per 7 o 8 minuti e poi aggiungere qualche cucchiaio di acqua calda e continuare a cuocere per 20 o 25 minuti in tutto, aggiungendo altra acqua se tendono ad asciugare (i funghi cardoncello in cottura rilasciano pochissima acqua e sono ben sodi quindi è necessario aggiungere acqua).

  2. preparazione degli strangozzi ovvero pasta con funghi cardocnello e speck

    Tagliare lo speck a striscioline e aggiungerlo ai funghi soltanto quando sono completamente cotti e a fuoco spento.

    Cuocere gli strangozzi o altra pasta in acqua bollente salata per il tempo consigliato sulla confezione e a cottura ultimata scolarla non troppo e rovesciarla nella padella con i funghi e lo speck: aggiungere il rimanente prezzemolo, mescolare con cura e servire la pasta con funghi cardoncello e speck calda.

  3. strangozzi ovvero pasta con funghi cardoncello e speck

Nota

Gli strangozzi o umbricelli sono un formato di pasta di semola di grano duro tipico dell’umbria, sono simili a spaghetti di sezione leggermente rettangolare e si trovano in commercio sia freschi sia secchi. I fughi cardoncello erano conosciuti fin dall’antichità ma in alcuni periodi il loro consumo fu vietato perchè considerati dei potenti afrodisiaci; ma già nel medio evo erano di nuovo molto apprezzati per il loro sapore delicato e la loro consistenza soda. I funghi cardoncello sono coltivati soprattutto in Puglia ma anche in Sardegna, Sicilia e altre regioni dell’Italia meridionale dove crescono anche spontanei. Nonostante siano molto buoni non sempre si trovano i commercio.

Ti piace la mia ricetta? Metti Mi piace sulla mia pagina ufficiale di  FACEBOOK  per non perdere le mie nuove ricette!

In cucina con zia Lora

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.