Panettone gelato al cioccolato e nocciola

Il panettone gelato al cioccolato e nocciola è un dolce goloso da servire in tavola per le feste e, per quanto possa sembrare complicato, è parecchio semplice da preparare. Sono partita dalla base del mio panettone senza aggiungere uvetta e canditi e una volta ottenuta la base, ho tagliato la calotta superiore e tolto tutta la mollica interna.

Eseguendo questa operazione dovrete fare attenzione a non rompere l’interno perché andrà tagliata in fette. Il gelato ovviamente l’ho comprato, ma con un’ottima gelatiera e una buona dose di pazienza potrete preparare anche quello in casa e in base ai vostri gusti preferiti. Se non disponete della gelatiera, vi consiglio di leggere anche la ricetta del mio gelato furbo, base da cui ottenere numerosi gusti.

Pronti per scoprire la mia nuova bontà? Seguitemi!

Panettone gelato al cioccolato e nocciola verticale

Panettone gelato al cioccolato e nocciola

Ingredienti per il panettone

Per la biga

100 g. di farina manitoba;

6 g. di lievito di birra;

1 cucchiaino di miele;

60 ml. di latte tiepido.

Per l’impasto

350 g. di farina 00;

50 g. di farina manitoba;

6 g. di lievito di birra;

4 uova intere;

3 tuorli;

160 g. di zucchero;

160 g. di burro;

Scorza di 1 limone grattugiata;

1 bacca di vaniglia;

5 g. di sale.

Per la farcitura

300 g. di gelato al cioccolato;

200 g. di gelato alla nocciola.

Mollica interna del panettone;

1 bicchierino di Grand Marnier.

Per la decorazione

100 g. di cioccolato fondente;

50 g. di granella di nocciole.

Preparazione

Per iniziare la preparazione del panettone gelato al cioccolato e nocciola dovrete preparare la biga, quindi in una ciotola versate la farina manitoba insieme al lievito e al miele sciolti nel latte tiepido. Impastate il tutto fino ad ottenere una pallina liscia e omogenea. Ponetela in una ciotola, copritela con pellicola e lasciatela lievitare per circa 1 ora in forno spento con luce accesa. Trascorso questo tempo, prendete la ciotola e ponetela in frigo. Fate riposare la biga per tutta la notte.

Trascorso il primo tempo di riposo in frigo, togliete la ciotola e fate riposare ulteriormente la biga per 2 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo secondo tempo di riposo, ponetela nella ciotola della planetaria. Pesate la farina manitoba e la farina 00 in un’unica ciotola e versatene solo 200 g. all’interno della planetaria. Unite anche 6 g. di lievito, 60 g. di zucchero, 2 uova intere e azionate la planetaria lavorando l’impasto con il gancio.

Quando l’impasto sarà ben incordato al gancio e risulterà essere ben omogeneo, unite 60 g. di burro morbido. Abbiate l’accortezza di aggiungerne un pezzetto alla volta e fatelo assorbire prima di aggiungere il successivo. Quando avrete unito tutto il burro e quest’ultimo sarà completamente assorbito e l’impasto sarà ben incordato al gancio, versate l’impasto su una spianatoia e cercate di dargli una forma quanto più possibile rotonda.

Ponete l’impasto in una ciotola a lievitare coperto con pellicola per circa 2 ore. Potete lasciare la ciotola a temperatura ambiente in un luogo caldo e asciutto o nel forno spento con luce accesa. Trascorso questo tempo, ponete la ciotola in frigo per tutta la notte, ovvero circa 12 ore.

Trascorso quest’altro tempo di lievitazione, togliete la ciotola dal frigo e lasciatela a temperatura ambiente per circa 2 ore. Riprendete l’impasto lievitato e ponetelo nuovamente nella planetaria. Unite i semi della bacca di vaniglia, la farina rimanente, le ultime due uova intere e i 3 tuorli. Azionate la planetaria e impastate tutto con il gancio. In fase di lavorazione aggiungete la scorza del limone, la dose rimanente di zucchero, il sale e la dose rimanente di burro morbido, sempre osservando l’accortezza di unirlo un pezzetto alla volta e facendo assorbire il pezzo precedente prima di aggiungere il successivo.

Una volta che l’impasto sarà ben incordato al gancio trasferitelo su una spianatoia e formate una palla, quindi ponetelo in una ciotola, copritela con pellicola per alimenti e lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per circa 2 ore.

Trascorso questo tempo. l’impasto avrà raddoppiato il suo volume quindi rovesciatelo nuovamente sulla spianatoia, stendetelo leggermente e formate delle pieghe in modo da ottenere una forma rotonda quanto più regolare possibile.

Ponete l’impasto in uno stampo per panettone imburrato e foderato di carta forno. Se possedete uno stampo in silicone come me potrete saltare questo passaggio. Lasciate lievitare coperto da pellicola in forno spento con luce accesa fino a che il panettone non raggiunge il bordo dello stampo. In questi casi i tempi di lievitazione dipendono molto dalla temperatura interna.

Possono occorrere 2 ore, come circa 5 nel mio caso specifico. Quando la lievitazione sarà completata toglietelo fuori dal forno e preriscaldate lo stesso a 200°. Una volta raggiunta la temperatura infornate il panettone per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo abbassate la temperatura a 190° e lasciatelo dentro per altri 15 minuti.

Trascorso questo secondo tempo di cottura abbassate nuovamente la temperatura a 180° e proseguite per altri 20 minuti. Sfornatelo e fatelo raffreddare. Una volta freddo potrete iniziare a preparare il panettone gelato al cioccolato e nocciola. Tagliate delicatamente la calotta superiore, quindi procedete a tagliare tutta la circonferenza centrale avendo cura di lasciare almeno 2 centimetri al bordo e 2 centimetri nella parte finale del panettone, estraendo la mollica interna intera perché successivamente andrà tagliata in fette.

Bagnate tutto l’interno del panettone con un bicchierino di Grand Marnier diluito in acqua quindi procedete a farcire con il primo strato di gelato. Io ho utilizzato quello alla nocciola ma voi potrete utilizzare i gusti che più preferite. Tagliate una fetta di mollica di panettone spessa almeno 2 centimetri e ponetela sul gelato alla nocciola. Bagnatela nuovamente con il Grand Marnier, quindi versate sopra il gelato al cioccolato e livellatelo bene.

Prendete la calotta del panettone tagliata precedentemente e scavatela bene, quindi bagnatela leggermente e riempitela di altro gelato al cioccolato. Sul bordo del panettone spalmate pochissimo cioccolato fuso che avrete preparato per la copertura, in modo che una volta che poggerete la calotta sopra questa non si muoverà, scivolando e cadendo irrimediabilmente.

Mantenete il panettone gelato al cioccolato e nocciola a riposo in freezer. Siete arrivati quasi al termine, manca solo la parte decorativa. In fondo anche l’occhio vuole la sua parte no?! Fate fondere dolcemente il cioccolato fondente a bagnomaria e lasciatelo intiepidire leggermente, quindi riprendete il panettone e versatelo in superficie. Cercate di spalmarlo velocemente, altrimenti per lo shock termico tenderà a rimanere tutto dove lo avrete versato.

Realizzate uno strato sottile con il cioccolato, quindi versate sopra la granella di nocciole. Conservate il dolce in freezer fino al momento di servire. Ricordate che per portarlo in tavola il panettone gelato al cioccolato e nocciola necessita di almeno 2 ore di riposo a temperatura ambiente, in modo da facilitarne il taglio. Buone feste!

Panettone gelato al cioccolato e nocciola orizzontale

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

 

 

 

 

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]