Mozzarella in carrozza

A Milano le activities crescono come funghi in un bosco dove piove quando deve piovere e dove c’è il sole quando ci deve essere il sole. Concerti, serate, locali nuovi che non puoi non aver provato, mostre, gallerie, spazi industriali recuperati, fondazioni, spettacoli teatrali, cinema. Cinema. Il cinema c’è quasi dappertutto. Nei paesini di montagna, nelle cittadine vicine ai paesini di campagna, ovunque. Il cinema è l’attività tipica della coppia tipica, o anche non coppia. Dovrebbe essere piuttosto facile andare al cinema, no? No. Non per me e mio marito. Se abbiamo l’ardire di prenotare lo spettacolo, allora è un’altra cosa. Abbiamo prenotato, andiamo. Anche se non abbiamo quasi finito di mangiare, anche se adesso ci starebbe bene un mandarino, anche se: “come andiamo?, dove parcheggiamo?, ti ricordi se ci si arriva con i mezzi?”, noi andiamo, se abbiamo avuto l’ardire. Se invece come nella maggior parte dei casi non l’abbiamo avuto, se ci siamo detti: “ma sì, tanto ce la facciamo”, è matematico che noi quella sera al cinema non ci andremo. Qui ci starebbe bene una riflessione sul dovere e sul piacere, su come l’uomo moderno inserito in una giornata lavorativa scandita da ritmi precisi sia incapace di prendere lo svago come puro svago ma senta la necessità di inserire lo stesso svago in una tabella con ritmi e orari precisi. Come se lo svago non fosse svago, ma dovere. Forse però è meglio passare alla mozzarella in carrozza.


COSA&QUANTO (sempre x 2)

  • 4 fette di pan carré
  • una mozzarella di bufala da 500 g
  • un uovo
  • pangrattato q.b.
  • olio di semi per friggere
  • pepe


COME

Taglia in diagonale le fette di pan carré (se sono quelle col bordo, toglilo).
Sbatti l’uovo in un piatto con la forchetta e aggiungi un pizzico di pepe.
Prepara un secondo piatto con un bello strato di pan grattato.
Passa il triangolino di pan carré nell’uovo, quindi nel pan grattato. Tienilo da parte e fai la stessa cosa con l’altra fetta di pan carré. Adesso farcisci il tramezzino con una fetta di mozzarella di bufala.
Prepara tutti i tramezzini (il marito ne fa due a testa), intanto scalda l’olio di semi in una padella con i bordi alti.
Quando vedi che l’olio è ben caldo, friggi i tramezzini da una parte e dall’altra per qualche minuto.
Disponi i tramezzini tra la carta assorbente in modo da asciugare l’olio in eccesso.
Nella foto, le foglioline verdi che vedi è lo spinacino novello che personalmente adoro.
La mozzarella in carrozza è un piatto molto poco adulto, molto poco sexy (e sano). Mi sta molto simpatica la mozzarella in carrozza, devo ammetterlo. Soprattutto perché non si prende troppo sul serio.



Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.