Gnocchi di pane con crema di nocciole alle due ricotte

Oggi vi propongo una ricetta del riciclo tanto cara alle nonne. Quando in casa c’era troppo pane raffermo, non veniva buttato ma venivano realizzate tantissime ricette dolci o salate.

Ogni regione ha piatti realizzati con il pane, ogni famiglia ha una tradizione.
Le più conosciute sono sicuramente i canederli altoatesini e la torta paesana.

Io ho deciso di preparare dei semplici gnocchi di pane e condirli con una crema realizzata con due ricotte (normale e affumicata) e le nocciole.

È un gustoso modo per riciclare e non sprecare. Vi assicuro che sono molto buoni e soprattutto potete condirli in tantissimi modi.

Come farina ho usato la E- Legante di Agugiaro e Figna, una farina speciale, trattata a vapore adatta a pastelle, besciamelle e ideale per legare. Il sistema di cottura a vapore conferisce a questa farina la caratteristica di aderire perfettamente agli alimenti umidi. Per gli gnocchi è decisamente fantastica.

Ingredienti:

  • 220 grammi di pane raffermo
  • 2 bicchieri di latte
  • 40 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 100 – 120 grammi di farina (dipende da quale farina utilizzate) + quella per la spianatoia
  • 1 uovo
  • sale
  • 100 grammi di ricotta
  • 40 grammi di ricotta carnica affumicata e grattugiata
  • 50-60 ml di latte
  • 20 grammi di nocciole
  • 2 foglie di salvia
  • pepe

Tagliare il pane raffermo a pezzetti, metterlo in una ciotola capiente e aggiungere il latte tiepido.

Far ammorbidire il pane per una mezz’oretta, deve diventare molto morbido.

A questo punto strizzarlo per eliminare il latte in eccesso, aggiungere la farina, il Parmigiano Reggiano, l’uovo, il sale e impastare bene.

Si ottiene un impasto facilmente lavorabile e modellabile come i classici gnocchi di patate.

Su una spianatoia infarinata formare tanti filoncini di circa 2 cm. di spessore e tagliarli a tocchetti.

Far riposare gli gnocchi di raffermo per almeno un quarto d’ora su un vassoio leggermente infarinato.
In una padella antiaderente preparare la crema con la ricotta fresca il latte, la salvia tritata e le nocciole tritate.

Cuocere gli gnocchi di pane raffermo in abbondante acqua salata scolandoli, con l’aiuto di una schiumarola, due minuti dopo che sono venuti a galla.

Far saltare i gnocchi di pane raffermo con la crema di ricotta e la ricotta grattugiata.
Servire con una spolverata di pepe.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.