Crepuscolo, di Kent Haruf

Kent Haruf dev’essere stata una meravigliosa persona non c’è dubbio

Anche in Crepuscolo, secondo libro della Trilogia della pianura, questo incredibile scrittore riesce a descrivere la Vita e i Sentimenti in maniera esemplare. Ci ritroviamo a Holt, questa immaginaria contea del Colorado in cui vicende e destini dei personaggi narrati si incrociano inevitabilmente e per sempre. Il bello dei racconti di Haruf è che dei semplici nomi di persona diventano persone reali, con sentimenti tangibili che sono gli stessi della gente comune e il racconto scorre sulle pagine come la nostra vita scorre nei giorni, nelle settimane e nei mesi. Il lettore riesce a immaginare perfettamente i luoghi in cui le vicende si svolgono, i rumori, gli odori e persino i volti dei protagonisti. La descrizione minuziosa di una qualunque giornata, il racconto di un dialogo fra persone apparentemente sconosciute, il riportare i fatti in maniera semplice e scarna ma allo stesso tempo accattivante, diventano i motivi per cui il libro resta alla fine della lettura indimenticabile. E il messaggio che resta, semplice, chiaro e diretto è che malgrado le avversità della vita, l’umanità riesce infine a trovare conforto solo attraverso i rapporti con gli altri.
Decisamente consigliato

TRAMA
Siamo a Holt, Colorado. La vita dei vecchi fratelli Harold e Raymond McPheron è cambiata da quando hanno accolto alla fattoria Victoria Roubideaux e la piccola Katie, ma ora la ragazza ha deciso di andare all’università e di trasferirsi a Fort Collins. A poca distanza dai McPheron vive DJ, un ragazzino orfano che si prende cura del nonno. DJ fa amicizia con Dena, la figlia della vicina, e la sua storia si lega a quella di Joy Rae e del fratello Richie, che vivono in una roulotte con la famiglia e sono a carico dei servizi sociali, sotto le cure attente di Rose Tyler.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.