Pandolce o pan di zucchero?





Ho riaperto la cucina dopo le vacanze di Pasqua! Spero di non perdere il ritmo però… Gli impegni sono sempre tanti, il tempo poco come per tutti voi e la voglia di cucinare è infinitamente grande.
Oggi vi auguro un sereno fine settimana con questo pane dolce. Mi sono ispirata al pan di zucchero, ma ho voluto alleggerirlo un pò … Ho fatto pertanto dei piccoli panini aromatizzati con il miele di bosco (era da un pò di tempo che non lo usavo… e mi mancava), lievitati naturalmente con il lievito madre mantenuto in acqua e li ho cotti nei pirottini da muffin per renderli irresistibili sulla tavola della colazione. Andiamo ad impastare insieme.





Ingredienti (per circa 50 muffin):

  • 600 g di farina 00 W330 P/L 55
  • 120 g di lievito madre rinfrescato ogni giorno e mantenuto in acqua
  • 12 g di sale
  • 120 g di burro a temperatura ambiente
  • 30 g di miele di bosco (potete usare altri tipi di miele in base al vostro gusto personale)
  • 400 g di latte a 30°C
  • 200 g di zucchero semolato (un pan di zucchero ne avrebbe una quantità quasi uguale al peso della farina)
  • eventuale zucchero a velo da spolverare a piacere prima della cottura
  • emulsione di 1 uovo e un pizzico di zucchero da pennellare sulla superficie del pane prima della cottura.





Impastiamo farina, lievito, latte e miele con la planetaria (usando il gancio) o a mano in un recipiente sufficientemente capiente. Aggiungiamo metà dello zucchero e il sale. 
Una volta assorbiti gli ingredienti, aggiungiamo il burro a pezzettini e impastiamo fino a farlo assorbire per bene.
Facciamo lievitare per circa 30 minuti a temperatura ambiente, sul nostro piano di lavoro.
Impastiamo nuovamente aggiungendo il rimanente zucchero e rimettiamo l’impasto sul nostro piano di lavoro per una decina di minuti.
Formiamo delle palline da inserire nei pirottini da muffin, riempiendoli fino a metà altezza. Io ho scelto questi stampi, ma voi potete utilizzarne a piacimento.
Facciamo lievitare alla temperatura ideale di 26/28°C fino al raddoppio del volume e fino a che l’impasto arrivi al bordo del pirottino da muffin. Come sempre ho usato il mio forno come cella di lievitazione, lasciando la luce del fondo accesa e ho ricreato la temperatura ideale (basta accendere il forno per qualche secondo e spegnerlo subito). Procuratevi una sonda per tenere monitorata la temperatura, la quale non deve mai superare i 30°C.
A lievitazione avvenuta, crediamo un’emulsione con un uovo e un pizzico di zucchero e la pennelliamo delicatamente sui pani. Lasciamo lievitare ancora 10 minuti mentre preriscaldiamo il forno a 210 °C e poi inforniamo alla stessa temperatura.
Il tempo di cottura varia sempre in base alle pezzature e al tipo di forno. Il pane è cotto quando raggiunge 92°C al cuore (misurate sempre con la sonda).
Io ho fatto anche una decina di pani spolverati con dello zucchero a velo, sopra l’emulsione, prima della cottura. Sono ottimi anche questi. 
Felice colazione a tutti.











Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.