Torta di albicocche della Val Pusteria

Delle mie vacanze in Val Pusteria, oltre che al profumo di resina  ricordo il profumo di dolci……. pasticcerie con vetrine strabordanti di dolci, fette di torta giganti, di quelle separate da un foglio di carta velina, con colori vivaci e frutta di ogni genere. Stessa scena si vive nelle caffetterie e nelle panetterie.
Naturalmente si torna a casa con il ricettario dei dolci dell’Alto Adige, ma quando si leggono le quantità di burro e panna presenti, si decide di non procedere, per riguardo al proprio colesterolo!
L’altro giorno però in un gruppo che tratta ricette pusteresi ho scoperto questa torta, che ricordo venduta nelle panetterie (quadrati 10x10cm) e spesso acquistata per merenda, ho voluto provarla e il risultato mi ha soddisfatto. Fate attenzione alle dimensioni della tortiera, seguite scupolosamente quanto indicato…sembrerà poco l’impasto ma deve essere così!

Ingredienti 
Stampo diam 26cm

70g zucchero di canna
62g burro
1/2 baccello di vaniglia ( i semini )
la scorza grattugiata di un limone biologico
2 uova medie
110g farina 
25g amido di mais 
1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
1 pizzico di sale
2 cucchiai di latte 
albicocche
50g granella di mandorle
30g zucchero di canna
confettura di albicocche
zucchero a velo

Frullare lo zucchero di canna per polverizzarlo leggermente (non servirà renderlo zucchero a velo). Montare il burro morbido a temperatura ambiente con lo zucchero con le fruste elettriche o con una planetaria, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la vaniglia, la scorza del limone e le uova una alla volta, mantenute a temperatura ambiente, continuando a montare con le fruste.

Le temperature degli ingredienti sono importanti!

A parte setacciare la farina, l’amido, il lievito per dolci e il pizzico di sale. Incorporare la miscela di farine in tre volte all’impasto, alternandola a qualche cucchiaio di latte, mescolando con una frusta a mano.

Prima della cottura

Stendere uniformemente l’impasto su una teglia rivestita con la carta da forno (è molto poco l’impasto, sarà uno strato molto sottile ma è corretto così!).

Lavare le albicocche e tagliarle a metà, rimuovendo il nocciolo. Cospargere l’impasto con la granella di mandorle e adagiare le albicocche sull’impasto con la parte tagliata verso l’alto, premendole leggermente e lasciando un po’ di spazio fra di loro. Spolverizzare uniformemente l’intera torta con lo zucchero di canna.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C ventilato per 30 minuti, circa.

Estrarre la torta dal forno, lasciarla intiepidire per 10 minuti. Sciogliere due cucchiai di confettura co un cucchiaio di acqua sul fuoco basso, spennellare la torta con la confettura. Tagliarla in pezzi quadrati.

Far raffreddare completamente su una gratella. Cospargere con un po’ di zucchero a velo prima di servire.

Con questa ricetta partecipo a Fattoria consapevole e solidale

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]