Flan di Latte o Timballa ‘e latte

Il flan di latte o timballa ‘e latte o sa timballa è un dolce al cucchiaio della cucina tradizionale sarda diffuso in tutta la regione. Ha origini molto antiche e deriva dal famoso flan spagnolo, ho scoperto recentemente che si prepara anche in Portogallo, nelle Filippine e in Argentina.

Si tratta di una sorta di crème caramel aromatizzato al limone e cotto in forno a bagnomaria. Una ricetta casalinga, semplice e genuina che si prepara con pochissimi ingredienti. Oggi è una preparazione ormai in disuso perché prevede tempi di preparazione lunghi e si preferiscono i budini confezionati ma, come potrete immaginare, questo flan è tutta un’altra cosa.

Tempo di preparazione:
1 ora e 30 minuti più il tempo di raffreddamento (almeno 4-5 ore)
Ingredienti per 4-6 persone:
Per il flan:
1 litro di latte
g 150 di zucchero (circa 1 cucchiaio abbondante per ogni uovo)
8 uova
1 limone
Per il caramello:
g 50-60 di zucchero
2 cucchiai di acqua
qualche goccia di limone
Procedimento:

Lavate e pelate il limone e mettete la scorza privata della parte bianca in una casseruola con il latte , fate scaldare a fuoco basso e, quando arriverà al punto di ebollizione, spegnete il fuoco e lasciatelo intiepidire.

Nel frattempo in una ciotola sbattete le uova intere con lo zucchero, eliminate la scorza di limone e unite il latte tiepido, mescolate per qualche minuto e lasciate riposare.
Preparate il caramello versando in un pentolino lo zucchero e l’acqua, mescolate, mettete il pentolino sul fuoco e unite qualche goccia di limone, fate sciogliere lo zucchero a fiamma bassa finché diventerà di colore bruno. Togliete il caramello dal fuoco, versatelo in uno stampo antiaderente e fatelo roteare velocemente in modo che il caramello ricopra con uno strato uniforme tutte le pareti interne dello stampo e lasciate intiepidire. 
Quando il caramello sarà tiepido versate nello stampo il composto di latte e uova filtrandolo attraverso un colino. Adagiate lo stampo dentro una teglia (io ho utilizzato una teglia tonda da torta) piena per metà di acqua, il livello dell’acqua deve coprire almeno 3/4 dello stampo.
Cuocete il flan nel forno caldo a 180° per circa 1 ora verificando la cottura prima di sfornarlo.
Il flan sarà pronto quando sarà dorato in superficie e muovendo lo stampo risulterà fermo e sodo. Sfornatelo, lasciatelo raffreddare e mettetelo in frigorifero per almeno 3-4 ore. 
Prima di servirlo eliminate dal bordo dello stampo eventuali crosticine e immergetelo per qualche secondo in acqua calda, asciugate lo stampo, ribaltate il flan su un piatto da portata e servite.
Varianti:

La ricetta in origine non prevedeva il caramello che è stato aggiunto successivamente.
In alcune varianti questo dolce può essere aromatizzato con la vaniglia o, come nella tradizionale preparazione bonese, con il caffè.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.