Pandoro

A chi non piacerebbe realizzarlo con le proprie mani?

Beh io due giorni fa’ ci ho provato , visto che avevo comprato lo stampo e devo dire che non è venuto assolutamente male… Unica cosa , bisogna seguire tutto il procedimento per bene, in modo ale che riesca a venire buono . Per farlo rimanere soffice per due giorni pero’ , bisognerebbe porlo all’interno di un sacchetto per alimenti in plastica…

  • Difficoltà:
    Alta
  • Preparazione:
    2 giorni
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    8 fette
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Farina Manitoba
  • Lievito di birra fresco
  • estratto di bacca di vaniglia (PaneAngeli) 3 cucchiaini
  • Uova
  • Burro
  • Zucchero
  • Sale
  • Acqua
  • Zucchero a velo (per spolverare il pandoro)

Preparazione

  1. Realizzazione della Biga

    Prima di iniziarlo a realizzare , vorrei suggerirvi di realizzarlo e porlo su una ciotola abbastanza alta , onde evitare che fuori esca come è successo alla sottoscritta!

    Detto questo , cio’ che vi occorre è:

    50 g di farina di manitoba – 1 cucchiaio colmo di zucchero –  60 g di acqua calda – 1 tuorlo – 15 g di lievito di birra fresco

    PROCEDIMENTO:

    facciamo sciogliere il lievito nell’acqua e con anche lo zucchero.

    Successivamente andremo ad aggiungere anche il tuorlo , mescoliamo per bene il tuorlo  in modo tale da farlo incorporare per bene e da amalgamarlo per bene , ed infine la farina….

    La farina pero’ vi consiglio di settacciarla , in modo tale da non aver grumi mentre impastiamo….

    Lo copriamo con della pellicola trasparente e lo mettiamo all’interno del forno per almeno un’ora (a forno spento , in modo da farlo raddoppiare) , un’oretta puo’ bastare…

    Secondo Procedimento:

    Per realizzare il secondo procedimento , ci serviranno i seguenti ingredienti:

    5 g di lieviti di birra fresco – 30 g di burro – un uovo – 200 g di farina di manitoba – 25 g di zucchero –  2 cucchiai di acqua

    Sciogliamo il lievito nella poca acqua richiesta…Uniamo il liveito sciolto alla biga. Successivamente andremo ad aggiungere il resto degli ingredienti , ovvero lo zucchero , la farina di manitoba , il burro a temperatura ambiente e l’uovo. Impastiamo sino ad ottenere un impasto bello morbido. Diamo forma di un panetto e lo riponiamo in forno (spento) per un’altra ora , in quanto deve radoppiare di volume.

    ULTIMO PROCEDIMENTO:

    per questo ultimo procedimento ci serviranno :5 g di lievito di birra fresco – 2 uova – 200 grammi di farina di manitoba –  3 cucchiaini di estratto di bacca di vaniglia – 100 grammi di zucchero – un cucchiaino scarso di sale

    Uniamo all’impasto che avremo fatto lievitare , zucchero – estratti di bacca di vaniglia – uova – faina e sale .

    Impastiamo il tutto per un paio di minuti e lo riponiamo su una ciotola a far lievitare per altre due ore circa .

    Trascorso il tempo , lo poniamo in frigo per un’altra ora , ed infine una volta tolto l’impasto dal frigo , stendiamo l’impasto e ci mettiamo al suo interno 100 grammi di burro tagliato a scagliette (per questo procedimento il burro dovra’ essere molto a temperatura ambiente) e poi tra una piega e l’altra con il mattarello (meglio se di plastica ,quello per cake design per intenderci medio), lo stendiamo facendo amalgamare per bene il burro  che ci sara’ al suo interno , poi lo poniamo in frigo per 20 minuti.

    Ripetiamo questo procedimento per 2 volte , ponendolo sempre in frigo tra una volta e l’altra…In totale dovrete farlo per ben 3 volte…

    Imburriamo e infariniamo per bene una teglia per pandoro , togliendo per bene la farina in eccesso , e poi tiriamo fuori l’impasto e diamo forma di un panetto , che andremo a porre all’interno della teglia e (io avendo iniziato a realizzarlo verso le 5 del pomeriggio) lo facciamo lievitare per tutta la notte (di fatto il panetto lievitera’ fino ad arrivare alla parte finale della teglia per pandoro , io ho eseguito questo procedimento all’interno del forno spento con luce accesa.

    Una volta trascorso il tempo lo togliamo dal forno , accendiamo a 160° il forno , io utilizzo sempre ventilato , e con un pentolino di acqua al suo interno , facciamo scaldare il forno  e successivamente ,una volta raggiunta la temperatura , lo mettiamo a cuocere per 30/35 minuti…

    Importante è fare la prova del stecchino per vedere che il pandoro non sia ancora crudo all’interno , ma sconsiglio questo procedimento , nei verso fine cottura  , onde evitare spiacevoli sorprese…Im pentolino con l’acqua lo lasciamo per tutto il della cottura , all’interno del forno.

    Una volta che lo togliamo dal forno , lo facciamo raffreddare all’interno dello stampo per pandoro .

    Una volta freddo lo tiriamo fuori e lo spolveriamo con zucchero a velo.

    Da consumarsi in due o tre giorni massimo e conservarlo all’interno di un sacchetto per alimenti  .

    Non sara’ come quello industriale , ma lo trovo veramente molto buono…Ovviamente se volete potete anche decorarlo con pasta di zucchero e anche farcirlo una volta freddo!

L’articolo Pandoro sembra essere il primo su Le Dolci Follie DI Vanessa.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.