Ciambelle o graffe fritte

Non friggo spesso, soprattutto i dolci, ma siamo quasi a Carnevale e un dolcetto fritto ci sta!
Come per esempio queste deliziose ciambelle e graffe (l’impasto è lo stesso, solo la forma è leggermente diversa). Non sono difficili da fare ma l’impasto deve incordare bene, quindi l’ideale è impastare con la planetaria. Se si impasta a mano bisogna metterci un po’ di…olio di gomito. Con la dose indicata vengono una decina di pezzi, ma io consiglio di raddoppiare la dose, perché andranno via subito!!

Ingredienti:
160 g di farina 00, 120 g di farina manitoba, 6 g di lievito di birra fresco (un quarto di cubetto), 100 ml di acqua tiepida, 30 ml di latte tiepido, 12 g di burro, 3 cucchiai di zucchero, mezzo cucchiaino di sale, mezza fialetta di aroma di arancia e mezza di vaniglia, 1 uovo, 4 gocce di succo di limone, 1 litro di olio di arachide, zucchero semolato per ricoprire.
Preparazione:
Fare ammorbidire il burro a temperatura ambiente; sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.
Impastare insieme le farine, l’acqua con il lievito, gli aromi, l’uovo, il latte, lo zucchero, il limone. Appena comincia a formarsi l’impasto, unire il sale e il burro a pezzetti. Impastare per 10-15 minuti, finché l’impasto è incordato (prendendone un pezzetto tra le mani e tirandolo non deve strapparsi ma deve tendersi fino a diventare quasi trasparente, cioè deve “fare il velo”).
Mettere la pasta a lievitare in una ciotola infarinata, coperta con pellicola, e lasciarla in un luogo tiepido e al riparo da correnti, per circa 3 ore o finchè sarà quasi triplicata.
Riprendere la pasta e stenderla, senza sgonfiarla troppo, allo spessore di un cm. Per formare le ciambelle usare 2 coppapasta, uno di circa 8 cm di diametro e uno di circa 3 per il foro centrale. Per le graffe, formare dei cordoncini e chiuderli a cerchio sovrapponendo le due estremità.
Posare tutti i pezzi su una teglia coperta di carta forno, coprire con pellicola e far lievitare nuovamente per circa un’ora-un’ora e mezzo.
Scaldare l’olio in una padella piuttosto profonda e non troppo grande; quando l’olio è caldo friggere pochi pezzi per volta, quando sotto sono dorati voltarli con una paletta e farli dorare anche dall’altro lato. Man mano che sono pronti, sgocciolarli su carta assorbente e passarli nello zucchero semolato.


Print Friendly and PDF
Se ti è piaciuta questa pagina, fammi un regalo… condividila!

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.