FOOD BLOGGER: marlin

Gli ultimi post di marlin

Impepata di Cozze

L’impepata di cozze o a’ mpepata ‘e cozze è un antico piatto della cucina regionale campana. La leggenda narra che Ferdinando I di Borbone, re di Napoli, fosse golosissimo di pesce, di frutti di mare ed in particolare di cozze, che pescava lui stesso nelle acque a ridosso di Posillipo, e pretendeva che gli venissero Continua a leggere..

Continua a leggere..

Pulcini di Pasqua

Oggi vi propongo una divertente decorazione facilissima da preparare anche con i nostri bambini che renderà la tavola di Pasqua più allegra e colorata partendo da un semplice uovo sodo.  Può essere servito come stuzzichino o antipasto oppure diventare un simpatico segnaposto. Tempo di preparazione: 20′ Ingredienti per 1 pulcino: 1 uovo 1 cucchiaio scarso Continua a leggere..

Continua a leggere..

Orata all’Acqua Pazza

Acqua pazza o Acquapazza è un metodo di cottura del pesce tipica della cucina marinara. Questa ricetta, originaria della cucina partenopea, sembrerebbe risalire alla fine dell’800 e veniva abitualmente usata dai pescatori che erano soliti cucinare, a bordo delle imbarcazioni, il pesce da loro pescato in acqua di mare mescolata a vino bianco (acquapazza appunto), Continua a leggere..

Continua a leggere..

Orecchiette Alle Cime di Rapa

Le orecchiette sono un tipo di pasta tradizionale di Basilicata e Puglia, il nome deriva dalla loro forma simile a delle piccole orecchie, è una preparazione dalle origini antichissime e ad oggi ancora incerte. Le orecchiette alle cime di rapa sono una preparazione tipica pugliese ed in particolare della zona di Bari, le cime di Continua a leggere..

Continua a leggere..

Chiacchiere di Carnevale

Sono un classico dolce italiano tipico del Carnevale preparato in tutta la penisola con nomi diversi: frappe, cenci, bugie, crostoli ecc.. Fecero la loro comparsa già all’epoca dell’antica Roma con il nome di frictilie e si friggevano nel grasso di maiale. Grazie alla loro semplicità e al basso costo venivano preparate in grandi quantità dalle donne romane e offerte alla folla Continua a leggere..

Continua a leggere..

Pignolata al Miele

E’ un dolce dalle origini molto antiche diffuso in diverse regioni del Sud Italia con nomi differenti. Si preparava in occasione delle festività del Carnem Levare l’attuale Carnevale. Le due versioni più conosciute sono quella calabrese Pignoccata e quella siciliana Pignolata Glassata più ricca della precedente perché ricoperta da una glassa al cioccolato e da una glassa al limone; poiché la Continua a leggere..

Continua a leggere..

Insalata di Petti di Pollo alla Piemontese

Questa ricetta, tipica della cucina piemontese, è semplicissima da preparare e anche molto saporita. Si adatta a tutte le occasioni ed in particolare quando si ha voglia di un piatto leggero, facile e veloce. E’ anche un ottima idea di riciclo.Tempo di preparazione: 15′  Ingredienti per 4 persone:4 petti di pollo lessati freddi4 acciughe dissalate e diliscate1 cucchiaio Continua a leggere..

Continua a leggere..

Vin Brulè

Le origini di questa preparazione, tipica della cucina piemontese, si perdono nella notte dei tempi, è un derivato di un antico vino speziato preparato nell’antica Roma la cui ricetta è stata tramandata nei secoli e poi modificata dai frati, grandi conoscitori di erbe, che ne affermarono le sue proprietà riscaldanti, disinfettanti e corroboranti. E’ largamente Continua a leggere..

Continua a leggere..

Torta Verde Rivese

E’ una specialità culinaria della cucina tradizionale ligure originaria della Riviera dei Fiori. Si tratta di una torta salata composta da una base di pasta farcita con un ripieno di riso, zucchine, cipolla, formaggio, uova e maggiorana. Tempo di preparazione: 1 ora e 30′ Ingredienti per 10-12 persone: g 300 di pasta sfoglia surgelata o pasta Continua a leggere..

Continua a leggere..

Crustole o Cartellate Pugliesi

Questo è il dolce natalizio per antonomasia della cucina regionale pugliese. Nella tradizione cristiana simboleggiavano l’aureola o le fasce che avvolgevano il Bambino Gesù nella culla, ma anche la corona di spine della crocifissione. Le cartellate vennero raffigurate la prima volta in una pittura rupestre del VI secolo a.C. rinvenuta nei pressi dell’attuale Bari, in cui viene Continua a leggere..

Continua a leggere..