FOOD BLOGGER: simona malerba

Un blog dedicato alla cucina vegetariana e vegana, all'autoproduzione e alla cucina naturale, con una sezione dedicata ai dolci. L'etica a tavola è consapevolezza di ciò che mangiamo e dei sistemi di produzione, nel rispetto dell'ambiente e della salute.

Gli ultimi post di simona malerba

Carciofi alla mediterranea

Quella di oggi è una ricetta senza pretese. Cioè, chi non sa fare i carciofi in padella? credo non ci sia niente di complicato che necessiti una spiegazione. L’altro giorno però parlando con un’amica che mi chiedeva come poteva preparare i carciofi, ho riflettuto sul fatto che io i carciofi li faccio sempre allo stesso Continua a leggere..

Continua a leggere..

Sformato di porri e broccoli

Mi piacciono moltissimo i piatti trasformisti, come questo sformato vegan di porri e broccoli,  che pouò andare bene come secondo piatto, come piccolo antipasto, o anche come piatto unico. Basta variare le dimensioni e abbinarlo ad ingredienti diversi et voilà, decidete voi come servirlo in tavola, o perchè no? magari sul divano.  Perché a me Continua a leggere..

Continua a leggere..

Tartellette con composta di fragole, lamponi freschi e cioccolato

Ultimamente non ho voglia di pensare a ricette troppo complicate. Non so se capita anche a voi, ma avete presente quei periodi in cui tutto sembra troppo difficile? Persino fare una ricetta appena elaborata. Ho voglia di mangiare un sacco di cose, ma nessuna di prepararmele, il che è un problema. Quindi niente, vado avanti Continua a leggere..

Continua a leggere..

Radicchio di Treviso alle erbe

Il radicchio di Treviso non ha bisogno di presentazione. Però confesso che non ne vado matta, o meglio, mi piace tantissimo il risotto ( potete trovare anche una proposta alternativa al classico riso qui ) ma non mi piace moltissimo al forno per esempio o nella pasta. Alla griglia mi piace abbastanza ma non me Continua a leggere..

Continua a leggere..

Barrette energetiche senza zucchero con miglio, frutta secca e cioccolato

Non so se dopo le feste vi sentite scarichi, o se avete fatto scorte di energia approfittando dei menù delle feste. Io personalmente ho mangiato come sempre,  anzi, forse meno. Ora sto festeggiando ora la fine delle feste ma mi sento a pezzi, stanchissima e stressata. Mi serve qualcosa che mi dia energia e migliori Continua a leggere..

Continua a leggere..

Biscotti di Pan di zenzero

Alla fine tutto passa di dice giusto? Io non sono d’accordo, non tutto passa, però il Natale si, e questa è una certezza, una di quelle che ti da speranza e ti aiuta ad andare avanti tra lucine, canzoncine, storie di miracoli e Spelacchi addobbati. Quindi eccoci qui, il “the last day” è arrivato. E Continua a leggere..

Continua a leggere..

Chips piccanti di cavolo riccio

Ultimo giorno dell’anno, non voglio fare né bilanci né buoni propositi, perché sinceramente non se ne può più. Se al posto dei bilanci potessi scegliere di perdere la memoria sarei più contenta :)Detto ciò passo alla ricetta che vi consiglio vivamente di provare. Non vorrete stasera mica mettere in tavola le patatine quelle in sacchetto Continua a leggere..

Continua a leggere..

Crespelle vegan e gluten free di cavolo nero e zucca

Lo so che forse per molti è un pò tardi, ma so anche che c’è sempre più di qualcuno che all’ultimo momento o quasi non ha ancora deciso cosa preparare per Capodanno. Ed io è a voi che sto pensando, voi che come me rincorrete mille cose, o vi perdete tra il caos dei pensieri Continua a leggere..

Continua a leggere..

Crema di mais con ragù di semi e pesto alla salvia

Non so se riuscirò a postare un menù completo di Natale ed uno per Capodanno, così ho pensato di darvi qualche idea che possa andare bene comunque, e cosa più importante, che si possa preparare anche dopo le feste, quindi niente di troppo complicato. Comincerei con questi bicchieri con crema di mais, ragù di semi Continua a leggere..

Continua a leggere..

Crocchette vegan di patate e cavolfiori

I cavoli sono gli ortaggi per eccellenza della stagione invernale. A me piacciono moltissimo  quindi non devo inventare niente per mangiarne. Il cavolfiore per esempio lo mangio quasi sempre crudo, affettato sottile con la mandolina  fatto marinare con olio sale pepe e limone. Non faccio una marinatura lunga perché mi piace comunque croccante, ma questa Continua a leggere..

Continua a leggere..
[an error occurred while processing this directive]

 

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]