FOOD BLOGGER: Milady

Gli ultimi post di Milady

Tenuta Montelaura: agri turismo – agri braceria

  Mentre attraverso il viale ombreggiato e bordato da ortensie dai colori vividi mi sento pervadere da un senso di calma e leggerezza: l’aria profuma di fiori ed erbe spontanee, il verde circonda a perdita d’occhio la splendida struttura in pietra e tufo in fondo al viale, il caldo asfissiante comincia ad essere un ricordo. Continua a leggere..

Continua a leggere..

Dal fine dining al cibo democratico: Giorgio Parisi, il fondatore con Clarence Seedorf di “MM Lounge Restaurant”, lancia un franchising di cucina hawaiana

Il pokè in Italia da un po’ di anni a questa parte sta spopolando tra i salutisti e non solo: molti ristoranti stanno integrando la loro offerta con piatti della cucina hawaiana, ed altri – appositamente dedicati – stanno aprendo. Dalla passione per tale cucina è nato un nuovo format ideato da tre giovani imprenditori Continua a leggere..

Continua a leggere..

Cirio a Città del Gusto Napoli: Sciurilli….amo, con divagazioni sul tema!

Il 9 luglio scorso, a Città del Gusto Napoli, la terza tappa de “#La GalleriadelSaporeCirio” tour creato dalla nota azienda specializzata in conserve alimentari, per promuovere la nuova “Polpapiù”. Dopo Torino e Roma, anche a Napoli Cirio ha chiamato a raccolta un nutrito gruppo di  food blogger per una serata tra arte e cucina che Continua a leggere..

Continua a leggere..

Ricordando….”Sa Sartiglia”

In questo brutto periodo che stiamo vivendo, il tiepido sole di questi giorni di freddo polare fa si che in giro ci sia qualche mascherina solitaria a ricordarci che è Carnevale. Il mio pensiero va all’anno scorso, quando ho potuto assistere a “Sa Sartiglia”, uno dei più spettacolari carnevali di Sardegna. Di lì a poco Continua a leggere..

Continua a leggere..

I roccocò

Il roccocò, uno dei  dolci tipici del periodo natalizio a Napoli e dintorni, è un  biscotto speziato, con mandorle intere o a pezzetti,  mooolto croccante (duro!!!), che si consuma così, per la gioia dei dentisti, o inzuppato in liquore o spumante, specie alla fine dei lauti pranzi delle feste natalizie, ma è gradito anche nello Continua a leggere..

Continua a leggere..

Tagliatelle di patate viola

La patata  “Vitelotte” erroneamente detta anche patata viola,  arriva in Francia (pare fosse la varietà di patate preferita dallo scrittore Alexandre Dumas) nel XIX secolo, da qui  si diffonde nel resto d’Europa, Italia compresa. La Vitelotte è ricca di antocianine e antiossidanti, aiuta a combattere i radicali liberi, essendo resistente alla siccità la coltivazione non Continua a leggere..

Continua a leggere..

Pane semidolce alle castagne

Una ricetta dal sapore d’autunno: un pane semi dolce, con una quantità minima di lievito e a doppia lievitazione, la seconda è durata tutta la notte nel forno spento. Adattissimo a colazione, profumato e  morbido ma con una deliziosa crosticina fragrante e scricchiolante, risultato dalla spolverata finale di zucchero di canna, che cuocendo caramella e Continua a leggere..

Continua a leggere..

I Vesuviani Pizzaioli da zero generazioni

Ovvero la riscossa della pizza in teglia di influenza romana, in pala, al padellino e forno elettrico. Non uno ma tanti impasti differenti (anche con acqua di mare!) con blend di farine da grano principalmente campano per consistenze soffici e allo stesso tempo croccanti, grande attenzione per gli olii (eccellenti) extravergine di oliva usati, armonie Continua a leggere..

Continua a leggere..

I Panini di cena del giovedì santo a Messina

  I panini di cena del Giovedi santo I “Panini di cena” (“panuzzi ‘i cena” in siciliano) sono morbidi panini speziati e ricoperti di sesamo che simboleggiano il pane dell’ultima cena del Giovedi santo. La tradizione messinese vuole che si consumino soprattutto durante la Quaresima e la sera del giovedì santo  ma ormai nei panifici Continua a leggere..

Continua a leggere..

I Panini di cena del giovedì santo a Messina

I “Panini di cena” (panuzzi ‘i cena in siciliano) sono morbidi panini speziati e ricoperti di sesamo che simboleggiano il pane dell’ultima cena del Giovedi santo. La tradizione messinese vuole che si consumino soprattutto durante la Quaresima e la sera del giovedì santo  ma ormai nei panifici vengono prodotti e  consumati abitualmente anche durante tutto Continua a leggere..

Continua a leggere..
[an error occurred while processing this directive]

 

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]