FOOD BLOGGER: Patty

Gli ultimi post di Patty

Cookies di avena e cranberries e l’incapacità di controllarsi.

Vivere – E. Jannacci Ci sono cose impossibili da controllare anche per l’uomo d’acciaio. Gli starnuti, il singhiozzo, gli sbadigli. E che mi dite dei ruttini traditori? Ed i sospiri, il sonno atavico, la fame nervosa. Per non entrare nel triviale. Però la cosa più incontrollabile tra tutte, la più micidiale e potente resta il riso. Continua a leggere..

Continua a leggere..

Panini di farro e muesli per Starbooks

Era de maggio – Noa Continua l’avventura della panificazione all’israeliana, con il libro Breaking Breads, la novità Starbooks di questo mese. Per l’occasione ho provato dei piccoli Buns ricchi di frutta secca, semi e noci davvero sorprendenti per la morbidezza finale. Se volete saperne di più e ve lo consiglio, basta leggere il post di Continua a leggere..

Continua a leggere..

Il pollo di Apelle: pollo fritto ‘gnorante per l’MTC #63

10 ragazze per me – L. Battisti  Apollo era un figo della malora. Anche quando dormiva poco o c’aveva l’influenza intestinale, era bello come il sole. Le su’ donne dicevano: l’è un Dio, e lui ci stava dentro alla grande visto che non se ne faceva sfuggire una dai 16 ai 70. La su’ mamma Continua a leggere..

Continua a leggere..

Eliche con salsa di zucca e croccantini di parmigiano agli amaretti: un viaggio a Napoli e straordinarie coincidenze

Dicitencello Vuje – R. Murolo Quante possibilità ci sono che due persone si trovino in casa lo stesso formato di pasta, abbiano un ricordo in comune e su una rivista a caso peschino quella unica ricetta che tra cento, infiamma la loro fantasia e golosità, e finiscano col realizzarla praticamente lo stesso giorno per dedicarla Continua a leggere..

Continua a leggere..

Il Babka al cioccolato di Breaking Breads per Starbook di Febbraio

Dance me to the end of love – L. Cohen Questo mese un libro che profuma di lievito. Era tanto che non si parlava di lievitati e questa volta lo facciamo andando lontano, verso oriente, con la tradizione di un cultura millenaria come quella Israeliana ed ebraica. Spero che vorrete seguirci perché il libro del Continua a leggere..

Continua a leggere..

Alligator Cake: la triste storia di un alligatore che divenne torta.

Crocodile Rock – Elton John C’era una volta un alligatore, che galleggiava tranquillo nel suo metro e mezzo d’acqua. Pur oziando, come a tutti riesce bene fare quando si ha la panza piena, manteneva uno occhio vigile a pelo d’acqua, in attesa della prossima preda. La sponda del pantano era immobile, l’aria ferma. Degli alberi Continua a leggere..

Continua a leggere..

Mini bundt all’anice e olio extravergine. La La Land, il cinema, la nostalgia e la consolazione.

City of Stars – Ryan Gosling & Emma Stone  Nella serata più piovosa dell’ultima stagione, sono riuscita ad andare a vedere La La Land. L’ho fatto in un cinema piccolo, stretto, dentro una chiesa sconsacrata gremita di gente dalla prima all’ultima fila. Il mio primo pensiero è stato: "ma la gente non aveva smesso di Continua a leggere..

Continua a leggere..

Tortelli di cavolo nero: i pulcini prendono il volo.

Albachiara – V. Rossi Fra qualche giorno l’asparagina di casa partirà per il suo primo vero viaggio da sola. Da sola, senza genitori, verso una grande città a cui arriverà volando. Vivrà in una famiglia straniera e per qualche breve istante proverà l’emozione dell’autonomia e dell’immersione in una realtà diversa dalla sua, senza l’intervento rassicurante Continua a leggere..

Continua a leggere..

Palets Bretons: nostalgie de France

La vie en rose – Louis Armstrong Per la seconda volta consecutiva inizio la settimana con una nostalgia francese. Non è un bel segno. Sarà che i Macaron hanno riaperto una vecchia ferita, sarà che la Francia è sempre nel mio cuore…qui bisogna correre ai ripari. Quello che mi servirebbe adesso, è un viaggio in Continua a leggere..

Continua a leggere..

Pappardelle con cavolo nero peperoncino e nocciole per Starbook

Good Morning – Singin’ in the rain  Oggi una ricetta di pasta molto di stagione, molto nostra, molto Toscana. Mi ha intrigato al primo sguardo salvo instillarmi dei dubbi che effettivamente… Ma se vorrete sapere com’è andata a finire con questa ricetta, dovrete leggervi questo post, come sempre su Starbook, per il Simple di Diana Continua a leggere..

Continua a leggere..