Zuppa di fagioli e zucca


L’alta cucina non è una cosa per pavidi: bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare anche l’impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete, il vostro unico limite sia il vostro cuore. Quello che dico sempre è vero, chiunque può cucinare… ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi!
dal film Ratatouille (+)

Ed è con il cuore che abbiamo impreziosito la nostra zuppa di cucozza e fasuli
Piatto povero tipico della tradizione culinaria campana, la zuppa di fagioli e zucca ci arriva dalla campagna, con ingredienti che racchiudono le ricche  proprietà naturali del sole e della terra.
Per questo, nella scelta della varietà, consigliamo per questa ricetta la Zucca Piena di Napoli; di forma allungata e con la polpa arancione ha un profumo e sapore intenso.  
In mancanza, qualsiasi varietà di zucca commestibile potrà essere impiegata nella realizzazione di questa ricetta.

Ingredienti 
per 4 persone

1 kg di zucca 
400 g di fagioli borlotti
1/2 litro di brodo vegetale
erba cipollina
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
olio extra vergine di oliva
sale

Per questa ricetta potrete scegliere tra la versione “lampo”, usando i fagioli borlotti in scatola già precotti, o favorire la scelta dei fagioli secchi, che richiederanno un tempo di cottura più lungo.

Sbucciate la zucca e tagliatela a pezzi.
In una pentola aggiungete l’olio e l’aglio e fate un soffritto.
Unite la zucca e fatela rosolare per qualche minuto.
 Aggiungete 3 mestoli di brodo vegetale e portatela a cottura.
Aggiungete i fagioli precedentemente cotti o i fagioli in scatola che avrete passato sotto l’acqua corrente.
Lasciate cuocere la zuppa per altri 5/10 minuti e regolatela di sale.
Impiattate, aggiungete del peperoncino fresco e dell’erba cipollina a vostro piacere.



Abbiniamo a questa ricetta un vino dell’isola d’Ischia, si tratta del “Biancolella”, prodotto dalla Casa Vinicola d’Ambra.(+)
Assemblaggio ottenuto tra il vitigno Biancolella e piccole percentuali di Forastera e San Lunardo.
Si presenta di colore giallo paglierino, con profumi fruttati e floreali.
Secco e morbido, con una buona persistenza. 

Buon appetito!

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]