Treccia brioche al pistacchio e vaniglia

treccia brioche al pistacchio e vaniglia con lievito madre (31)

 

Partire, finalmente.

Preparare le ultime cose, controllare che quella valigia sia ben carica di voglia di lasciarsi alle spalle tutto quello che, da un anno a questa parte, è stato una zavorra sull’anima.

Partire con quei milioni di domande che ti sei fatta e a cui non sai se vuoi veramente delle risposte.

Partire con la voglia di dissipare dubbi e paure nel blu del mare.

Partire con la voglia di sentire il vento spazzare via tutto e alleggerire il cuore.

 

Partire, per mettere a riposo le parole, stanche.

Partire per riempirsi di nuove parole, di nuovi momenti e istanti che sappiano renderle leggere e sognanti.

Partire con quella musica che ti ha fatto compagnia.

Partire senza aspettarsi nulla. Vivere il qui-e-ora e prendere tutto-quello-che-l’estate-regala.

treccia brioche al pistacchio e vaniglia con lievito madre (21)

Partire e godersi la lentezza delle giornate. Assaporare gli istanti racchiusi in ciotoline da condividere e fotografare. Lasciarsi trascinare dalle emozioni portate dal vento e dalle onde del mare. Affidargli i pensieri più bui e lasciarli illuminare e scaldare dai raggi del sole.

Partire, con la consapevolezza che hai imparato ad avere fiducia negli attimi, che cresceranno lenti e sapranno stupirti, quando meno te lo aspetti.

Prima di lasciarvi la ricetta, voglio augurarvi buone vacanze. Io e il mio piccolo spazio ci lasceremo ispirare da un nuovo mare e un nuovo cielo, in compagnia di una gatta. Non so se ci rivedremo a fine agosto o direttamente a settembre, ma intanto vi spedirò piccole cartoline da qui.

Buone vacanze!

TRECCIA DI BRIOCHE AL PISTACCHIO E VANIGLIA

INGREDIENTI per uno stampo da cake di 28 cm (ricetta di Eleonora, modificata nei sapori)

120 g lievito madre rinfrescato

70 ml latte a temperatura ambiente

150 – 160 g uova (circa 3 uova medie)

80 g zucchero semolato

420 g farina manitoba

7 g sale

150 g burro morbido

20 g pasta di pistacchio

1 bacca di vaniglia

 

Nella ciotola della planetaria, sciogliere il lievito madre nel latte. Unire la farina, le uova e lo zucchero e impastare ancora. Dovrete ottenere un panetto abbastanza sodo, che dovrà legarsi la gancio. A questo punto unire il burro, poco alla volta, facendo assorbire tutto il precedente, prima di aggiungere la quantità successiva (per aiutare l’impasto ad assorbire il burro, potete ribaltarlo varie volte). Continuare a impastare finché sarà incordato (tutto attaccato intorno al gancio e formerà il velo). Dividere il panetto in due metà: a una aggiungere la pasta di pistacchio e all’altra i semi della bacca di vaniglia. Mescolare ancora, dare la forma tonda all’impasto e mettere i due panetti in due ciotole a riposare 1 ora. Passata questa ora, far riposare in frigo per un’ora, togliere e far lievitare fino al raddoppio (a me sono servite 9 ore). Al raddoppio, stendere i due impasti in due rettangoli di 30×40 cm, sovrapporli e arrotolarli stretti. Praticare un taglio al centro del rotolo, lasciando una delle estremità legate. Intrecciare i due cordoni e mettere a lievitare per tutta la notte in uno stampo da cake ricoperto di carta da forno.

Al mattino seguente, riscaldare il forno a 180°C, spennellare la superficie della treccia con latte e infornare per 35-40 minuti.

treccia brioche al pistacchio e vaniglia con lievito madre (26)

 

 

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.