Torta nocciole e cioccolato ed un confronto ceramica vs. silicone

Quando si cambia qualcosa e ci si trova bene si mette in discussione tutto… quando due anni fa abbiamo deciso di cambiare alimentazione non pensavamo che quello fosse il primo passo per una nuova vita… mettere in discussione l’alimentazione significa mettere in discussione una consuetudine che si persegue da piccoli per tre volte al giorno e ritrovarsi felici della scelta significa iniziare a pensare che magari si possono rivedere anche altri “si è sempre fatto così”… 
la vita è cambiamento ed evoluzione e semplificazione… sì semplificazione: la vita più felice è quella semplice ed è apprezzare il presente senza pre-occuparsi del futuro e lasciando andare alcune cose negative del passato… 
scegliere il cambiamento ci ha portato nuove gioie, nuovi amici, nuovi ricordi felici e nuovi progetti futuri… ci ha portato ad apprezzare la semplicità e a lanciarci in nuove esperienze…
ho un po’ divagato :-) ….tutto questo per dire che in questi due anni mi sono guardata intorno ed ho rivisto un po’ tutto… a partire dall’uso dell’auricolare per il telefonino, all’uso di aceto e bicarbonato al posto di quasi tutti i prodotti per la pulizia della casa, al rimettere in discussione gli stessi “accessori” della cucina… quindi dopo aver eliminato la macchinetta del caffè e la pentola a pressione, cercando di andare sempre il più possibile vicino ad un’alimentazione nutriente, mi sono chiesta se gli stampi da forno in silicone a cui ero tanto affezionata da un po’ di anni fossero veramente così tanto “salutari” e necessari… facendo qualche ricerca su internet c’è chi diceva che sentiva addirittura il “sapore” della plastica nei cibi preparati negli stampi… personalmente li ho usati spesso e mi sono sempre trovata bene ma è giusto ed onesto da parte mia mettermi in discussione perchè si può sempre migliorare… quindi mi sono detta: stesso impasto ma due tortiere diverse per infornare le torte… sapendo che comunque in fondo in fondo la risposta giusta la conoscevo già ho cercato di “mandare amore” alla torta nello stampo in silicone perchè non volevo “condizionare” il risultato… 
torte pronte… prova eseguita… risultato? Non ho trovato differenza, quasi stentavo a riconoscerle… a questo punto mio marito mi ha suggerito la giusta considerazione finale: se sono uguali vuol dire che in realtà lo stampo in silicone non serve, non aggiunge nulla in più per cui se ne può fare a meno… beh che dire non fa una piega… non posso continuare ad usare stampi in silicone proprio io che quando sento forno a microonde mi si rizzano le antenne…. quindi grazie a chi è arrivato fin qui leggendo i miei pensieri e… buona torta a voi :-)
Ingredienti:
2 banane, 200 gr farina integrale di farro, 1/2 bustina di lievito cremortartaro, 150 gr nocciole, 50 gr acqua, 100 gr olio extravergine d’oliva, 70 gr zucchero integrale di canna, 120 gr cioccolato fondente.
Preparazione;
Tritare banane e nocciole, unire acqua ed olio ed amalgamare gli altri ingredienti. Aggiungere il cioccolato tagliato a pezzettini e versare nello stampo. Visto che erano due tortine le ho cotte a 180° per 20 minuti, volendo fare un’unica torta direi di cuocerla a 170° per 30 minuti.
Buon appetito

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.