Torta 7 vasetti con lamponi

La torta 7 vasetti è un grande classico, una di quelle ricette che tutti hanno preparato almeno una volta nella vita. Semplice, soffice e perfetta per la prima colazione. La parte più divertente è ovviamente utilizzare i vasetti come unità di misura, evitando così di sporcare troppo la cucina e di utilizzare mille ciotole e bicchieri per pesare i vari ingredienti.
Si utilizza esclusivamente un vasetto di yogurt, da 125 ml, e con esso si misurano tutti gli ingredienti principali come farina, zucchero, olio, fecola e naturalmente yogurt. 

Non vi servono strumenti particolari per la lavorazione di questa torta: una teglia da 18 o 20 cm per averla bella alta e soffice, una ciotola capiente e una frusta, o uno sbattitore elettrico, se preferite fare meno fatica.

E’ un po’ un classico dell’infanzia, perchè prepararla con i più piccoli li riempie di grandi soddisfazioni, vista la semplicità nel misurare gli ingredienti.
Leggerissima grazie all’olio di oliva (o di semi, se preferite) e alla fecola.
Si conserva poi perfettamente per 2-3 giorni, se ben conservata, sotto una campana o, tagliata a fette, in una scatola ermetica. Qualora facesse troppo caldo conservatela in frigorifero o omettete la frutta.
In questo modo potrete gustarla comodamente sia a colazione che come merenda, sana e leggera.
In questi giorni, con l’estate alle porte e le giornate più lunghe, ci piace alzarci presto e dedicare qualche minuto in più alla prima colazione. E’ un’abitudine che, purtroppo, troppo spesso, tendiamo a mettere da parte a causa della frenesia e dei vari impegni quotidiani.
Per rendere il tutto ancora più comodo e veloce, preparo sempre un dolce come questo, meglio la sera prima, con più calma. Poi, prima di andare a nanna, preparo già la tavola per la mattina seguente, tovaglietta, tazze e bicchieri per non perdere nemmeno un minuto. Appena sveglia accendo la mia amata macchina per il caffè Nautilus e scelgo con cura le cialde per soddisfare i gusti di tutti. C’è il classico appuntamento con il caffè per mio marito, la bevanda al cioccolato per il piccolo Ludovico e per me un buon tè al limone o un caffè al ginseng. Con le cialde coffeeforyou firmate Dorhouse in pochi minuti siamo pronti a gustare la nostra colazione. Una comodità unica, anche per la grande gamma di bevande disponibili. Se siete curiosi date una sbirciatina nel loro sito web o visitate la loro allegra e coloratissima pagina FB.
  
Nel frattempo infornate questa piccola e soffice delizia e non dimenticatevi la frutta fresca. Questa volta sono finiti nell’impasto tanti succosi lamponi, ma potete sbizzarrirvi con tutta la frutta di stagione.
Vi consiglio di infarinare leggermente i lamponi prima di unirli all’impasto. In questo modo, durante la cottura, non finiranno tutti sul fondo.
Io ho preferito aggiungerli direttamente all’ultimo minuto, subito dopo aver versato l’impasto nella teglia. In questo modo restano quasi tutti in superficie e si può optare anche per una doppia dose di frutta… sopra e sotto!
 
Unità di misura 1 vasetto di yogurt da 125 ml
Ingredienti
1 vasetto di yogurt bianco intero (o aromatizzato a piacere)
2 vasetti di farina 00
1 vasetto di fecola di patate
2 vasetti di zucchero semolato
1 vasetto di olio extravergine di oliva dal gusto delicato (o olio di semi)
3 uova
1 bustina di lievito per dolci (anche vanigliato)
1 pizzico di sale
scorza di limone Bio
125 gr di lamponi
Preparazione
In una ciotola unite le uova leggermente sbattute, l’olio, lo yogurt e un pizzico di sale. Sbattete energicamente con una frusta per pochi minuti. Unite quindi la farina, la fecola, lo zucchero, il pizzico di sale, la scorza di limone e infine il lievito setacciato.

Lavorate nuovamente il composto con la frusta per qualche minuto in modo che risulti soffice e ben omogeneo. Infarinate leggermente i lamponi e uniteli al composto, mescolando con delicatezza.

Trasferite l’impasto in una teglia, che avrete precedentemente imburrato e infarinato lievemente. Fate cuocere in forno ben caldo a 170°C per circa 40-45 minuti. Fate sempre la prova stecchino prima di sfornare. Fate anche attenzione a non aprire il forno prima che siano trascorsi almeno 30 minuti. Le torte a base di fecola sono molto più suscettibili agli sbalzi termici e potrebbe afflosciarsi leggermente.

A piacere decorate con zucchero a velo.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.