Riso venere con code di gambero

Ho sempre pensato al “nero” come a un fedele alleato, garante di quella sicurezza indispensabile ai capricci di noi donne, isteriche di fronte ad un armadio che sembra aver inghiottito improvvisamente la nostra autostima ed ogni tipo d’indumento che ci faccia sentire a nostro agio.
E in una di quelle mattine NO, il famoso detto “IL NERO SFINA” ci viene in soccorso facendoci recuperare in un attimo la serenità perduta.
 E la serenità la possiamo ritrovare anche a tavola, ma solo se “serviamo” i colori giusti, capaci di influenzare il nostro stato d’animo.
 Così ci suggerisce la cromoterapia.
Per questa ricetta usiamo come ingrediente principale il riso venere, un riso italiano integrale dal colore viola scuro, quasi nero. 
- “Che a mangiarlo faccia dimagrire?!” - 
Non proprio, ma ha un basso indice glicemico e garantisce un buon apporto energetico. Ispirandoci alle “regole” della cromoterapia, senza prenderci troppo sul serio, equilibriamo il nostro piatto unendo delle “vivaci” code di gambero. 
Il risultato è un evidente colpo d’occhio e un solletichio al nostro palato.
A voi la ricetta del Riso Venere con Code di Gambero.

 Ingredienti 
per 4 persone

320 g di riso venere
12 code di gamberi
olio extra vergine di oliva
sale
prezzemolo

Bollite in abbondante acqua salata il riso venere.
In una padella scottate le code di gamberi.
Scolate il riso e versatelo nella padella dove avete fatto saltare i gamberi. Insaporite mescolando e regolate di sale.
Impiattate, aggiungete un filo di olio e decorate con del prezzemolo.



Abbiniamo a questo piatto un Colli di Luni Vermentino DOCCosta Marina” di Ottaviano Lambruschi.

Vino che proviene dalle Cinque Terre, a base di Vermentino;
 ha profumi intensi di frutta bianca matura con un tono acidulo e salino che enfatizzano il finale fresco.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]