Ragù napoletano

Il ragù napoletano è una preparazione più semplice di quel che si pensa (e spesso si legge in giro): l’importante è munirsi di pazienza ed ottimi ingredienti.
La prima, perchè il ragù napoletano deve cuocere a lungo (la tradizione dice fino a 6 ore), la seconda perchè è ovvio che migliori sono gli ingredienti, migliore sarà il risultato no?
A Napoli ogni casa ha la sua versione, questa è più o meno la classica, la si può, ovviamente, personalizzare a proprio piacimento.

Con il ragù alla napoletana potete farcire semplicemente la pasta, preparare la pasta al forno, la lasagna, condire gli gnocchi e, ovviamente, la carne si mangia per secondo piatto.

Ingredienti:

4 salsicce
500 gr di muscolo di vitello
300 gr (o 4) puntine di maiale
2 bottiglie di passato di pomodoro (mi raccomando a sceglierne uno denso e di ottima qualità)
1 bicchiere di vino rosso
cipolla, olio, sale e basilico q.b.

Prendete una grande pentola e aggiungete un giro d’olio, la cipolla tagliata a fette sottili, e fate soffriggere; non appena la cipolla si restringe, aggiungete la carne e fatela rosolare da tutte le parti avendo cura di non far bruciare la cipolla.
Quando le carni saranno rosolate, aggiungete il vino e lasciatelo sfumare, aggiungete ora la passata di pomodoro e il sale, abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere per almeno 2 ore; il tempo è indicativo, dipende dai gusti (più cuoce più diventa denso, buono, ma anche pesante) e dalla cottura della carne (da quanto erano grossi i pezzi).
Un segno di cottura al termine è quando dall’osso della carne di maiale si stacca la carne; quando mancano pochi minuti al termine, aggiungete una bella manciata di basilico.

A questo punto il ragù è pronto, provate  a farci una pasta al forno

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]