Questioni delicate e decisioni ponderate

Illustrazione di Maike Plenzke

Ogni famiglia è famiglia nel momento stesso in cui si decide di vivere insieme, è famiglia con la F maiuscola anche una famiglia senza figli, su questo non ho alcun dubbio e sul numero di figli da avere e su come, quando, a che distanza ecc… è tutta questione di decisioni, decisioni personali e spero ponderate per tutti.
Io ho deciso di avere, se si potrà, almeno due figli, i bambini mi piacciono e ricordo con amore e serenità quando Gabriele era più piccino, ricordo positivamente l’allattamento, lo svezzamento, le coccole e qualche notte in bianco, ma tutto sommato tutto gestibile al 100%
Ovviamente potrei già farlo o avrei potuto anche l’anno scorso ma ho alcune convinzioni che mi fanno aspettare ancora qualche anno.

Prima di tutto non sono troppo in là con l’età e qualche anno posso ancora aspettare, non ho fretta.
Gabriele a settembre comincerà la scuola dell’infanzia e vorrei seguirlo bene nell’inserimento e nel suo nuovo percorso, senza nausee, spossatezza o altro, ricordo che la mia prima gravidanza non è stata tutta rose e fiori e visto che lo potrebbe essere anche la seconda, preferisco aspettare.

Gabriele sta togliendo il pannolino e anche questo momento lo volevo vivere a pieno, senza pensare anche ad un altro cucciolo di casa, volevo seguirlo, avere pazienza e dedicare a lui questo momento così delicato.
Insomma ci sono momenti delicati che ho voluto seguire in esclusiva e avendo la fortuna di poter aspettare ho preferito prendere la decisone di fare due figli non troppo vicini tra loro, quando poi il secondo sarà piccolo, Gabriele potrà capire bene la situazione, certo la gelosia c’è ad ogni età, ma lo potrò coivolgere, spiegargli alcune cose e lui soprattutto potrà capire.

Penso anche al secondogenito, potrò allattarlo e coccolarlo, Gabriele potrà aiutarmi ed essendo indipendente in molte cose sarà più semplice… o per lo meno è quello di cui sono abbastanza convinta. Le mie scelte vanno nella direzione di non avere figli troppo vicini tra loro, ma sono scelte molto personali, che non elogio e non condanno, prendo le mie, vedo cosa fa al caso mio e basta, questo lo dovrebbero fare tutti, una famiglia la si plasma, la si crea, nella maniera più adatta a noi, perché è la NOSTRA famiglia.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]