Pasta alla Norma normale

Continuo la melanzana parade a testimonianza del fatto che, per davvero, io e il marito siamo circondati da melanzane. 
Ci fanno agguati notturni e mattutini. Spuntano da sotto il letto, si sbracciano dal frigorifero, tendono le loro manine viola mentre gli passiamo accanto, inneggiano al marito e alle sue qualità di cuoco melanzanesco e melanzanoso.
Il marito, dal canto suo, si schernisce. Non vorrebbe, dice, essere un cuoco da melanzana. Ambirebbe a più alte e nobili sfere. 
Poi però si lascia conquistare dal musino tenero e bistrattato dalla vita, tipico delle melanzane che sonnecchiano nell’orto o nelle casse verdi del supermercato. 
“Vieni, melanzana” dice il marito. 
E, cingendo il violaceo ortaggio per la vita, lo trasforma, ad esempio, in una pasta alla Norma.


COSA&QUANTO
  • maccheroni, 160 grammi
  • una melanzana
  • ricotta salata, 50 grammi
  • sale
  • olio
  • olio di semi di arachidi
  • passata di pomodoro
COME
Inizia con il solito procedimento del togli l’amaro alla melanzana. Procedimento che personalmente detesto perché in casa nostra non abbiamo mai 2 ore di tempo che ci avanzano. Procedimento che proprio per mancanza di tempo in casa nostra saltiamo quasi sempre. 
Si sopravvive anche se la melanzana è un po’ amara, fidati.
Fatto o non fatto il procedimento del sale, passa alla friggitura. Come te la cavi col fritto? Io malissimo. Ho un rapporto conflittuale, nel quale mischio paura, terrore reverenziale, disprezzo e curiosità.
Prendi una padella dai bordi alti e fai scaldare l’olio di semi (lo sai che nella famiglia del marito si frigge quotidianamente con l’olio extra vergine ligure attinto dal frantoio la mattina stessa? Te l’avevo già raccontato? Pesantuccio l’olio extravergine nella frittura).
Quando capisci col tuo occhio esperto che l’olio di semi è sufficientemente caldo, getta nella padella le melanzane tagliate a rondelle.
Friggi le melanzane.
Senza schizzarti, senza paura… vai tranquillo.
Quando vedi che sono fritte, scolale e asciugale nello scottex.
Intanto prepara la passata di pomodoro che, per quel che ci riguarda, vuol dire: scalda in una padella con olio e sale la squisita passata di Campisi.
Unisci le melanzane al sugo.
Cuoci la pasta. Noi abbiamo usato i maccheroni, ma credo che gli spaghetti siano altrettanto adatti – se non di più.
Scola i maccheroni e versali in padella per farli saltare mezzo minuto.
Grattugia la ricotta salata.
Impiatta e decora il piatto con la ricotta.
Buona la pasta alla Norma, ma… marito? Non è che hai in cantiere una qualche variante? Dai! 






Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]