Pappardelle fatte in casa, alla boscaiola bianca

La boscaiola è un sugo classico italiano, che varia negli ingredienti e non ha una ricetta fissa. I piselli, ad esempio, si possono trovare e non trovare, mentre i funghi sono sempre presenti. La boscaiola classica, poi, prevede il sugo di pomodoro.
La versione che vi propongo, è invece bianca e più primaverile, fresca, mentre la versione più “/redirect.php?URL=ricca” con pomodoro e salsiccia, è qualcosa che adesso, a fine maggio, non mi ispira granchè. Tra poco verrà il caldo e a me non sembra vero, quindi, nella mia impazienza, sto adeguando anche le ricette. Poco importa che negli ultimi due giorni il tempo è stato brutto, e che al momento ho addosso due paia di calzini e un maglioncino: le ricette invernali vanno abbandonate. Per principio.

Ed eccovi la mia proposta, delle buonissime e primaverili pappardelle alla boscaiola! Una boscaiola bianca e più leggera :) Se solitamente mi sento piena come un tacchino dopo aver mangiato la pasta all’uovo, questa volta mi è risultata incredibilmente leggera. Certo, dietetico non è, ma… ma… hey, concediamoci uno sgarro settimanale!

Per 5 persone
400 gr farina 00
100 gr farina di semola
5 uova
1 tuorlo extra, dovesse servire.

400 gr funghi
300 gr piselli
mezza confezione di pancetta dolce
peperoncino
aglio
cipolla
olio evo
sale e pepe
brodo q.b

Per la pasta fresca, mischiate le due farine, fate un buco al centro, e aggiungete le uova a temperatura ambiente. A seconda della grandezza delle uova, potrebbe servirvi un tuorlo extra. Cominciate a impastare, e se l’impasto vi sembra secco, aggiungete anche il tuorlo.
Impastare per 8-10 minuti e formate un panetto omogeneo. La pasta sarà pronta quando, tagliando il panetto in due con un coltello, vedrete che dentro porta dei buchini, una sorta di alveolatura: vuol dire che ha incorporato aria.
Coprite con una pellicola, per non far seccare l’esterno, e fate riposare per 45 minuti.
Terminato il tempo, mettete della farina su una spianatoia e prendete un pezzetto di pasta (coprite il resto con la pellicola). Stendetelo col mattarello, poi passate alla sfogliatrice. Cominciate dalla sfoglia più spessa, fate 2-3 passaggi, e poi passate al buco successivo, facendo 2-3 passaggi per ogni buco. Ottenete lo spessore che preferite, a seconda dei vostri gusti.

Adesso che avete ottenuto la sfoglia, procuratevi un bel pò di farina: infarinate la sfoglia, arrotolatela su sè stessa, e ricavate le pappardelle tagliando con un coltello. Lo spessore lo decidete a seconda di quello che preferite, ma considerate ovviamente che la pasta all’uovo cresce in cottura, quindi dovete mantenervi leggermente più strette rispetto allo spessore finale che volete ottenere.

Allargate le pappardelle e sistematele sugli stendi pasta o su una spianatoia ben infarinata.
Fate seccare una notte.

Per il condimento: fate scaldare dell’olio e della cipollina tritata e cuocete i piselli. Salate e aggiungete del brodo o dell’acqua, qualora servisse.
A parte, cuocete i funghi in una padella con olio, uno spicchio d’aglio e un pò di peperoncino. Coprite col coperchio e fate cuocere. Verso fine cottura, fate evaporare il liquido cacciato dai funghi, alzando la fiamma.
In un ampio tegame, scaldate un filo di olio e aggiungete la pancetta, a cui avete tagliato con le forbici il grasso in eccesso. Fate rosolare e aggiungete i piselli e i funghi. Fate insaporire il condimento, in modo che si leghino i sapori.

Cuocete le pappardelle in acqua salata. Scolatele e aggiungetele al condimento. Mantecate con parmigiano e brodo.

Servite con una grattata di pepe.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.