Pane Alle Ortiche

Il Pane Alle Ortiche è solamente un esempio di ciò che si può fare con quest’erbetta tanto temuta per via della reazione che il nostro organismo a quando ne veniamo a contatto .

Pane Alle Ortiche DamGas In CucinaFin da piccini ci venne insegnato a temere le ortiche in quanto ( scusate il gioco di parole ) urticanti , ed anche a estirparle in quanto considerate semplicemente come erbaccia infestante ; in verità però quest’erbetta è anti anemica perché ricca di ferro e di acido folico , è disintossicante , depurativa e diuretica , è ricca di di sali minerali quali fosforo, magnesio, calcio, silicio, manganese e potassio ed di vitamine a , c , k . Detto ciò , giusto per citare solo alcune delle sue virtù terapeutiche torniamo in cucina , dove andando a spulciare negli antichi testi si viene a scoprire che un tempo l’ortica era regina sulle tavole sia dei poveri che dei ricchi , spaziando  dall’antipasto ai secondi . Avendo cura di consumarla previa cottura in quanto così perde completamente il suo potere urticante , è l’ingrediente ideale per sformati , zuppe , ripieni e contorni . In questi ultimi anni , grazie anche ad una maggior coscienza ” verde ” e  ” salutistica “, si stanno lentamente riscoprendo e tal volta rivisitando antiche ricette del passato ;

Ecco dunque a voi la ricetta del Pane Alle Ortica , semplice , genuino ed ideale sia come aperitivo che come accompagnamento a tutto pasto , unica sua pecca …. il fatto che difficilmente troverete ortiche in commercio . A ciò tuttavia si può porre facilmente rimedio andandole a cercare in campagna dove ne troverete certamente a bizzeffe . Raccomando solamente di raccogliere solo le cime più tenere e di farlo in luoghi non contaminati isolando le mani con due paia di guanti in lattice che indosserete anche per lavorarle fin che non saranno cotte .

Ingredienti :

1 kg di farina , 25 g di lievito di birra , 300 g di cimette di ortiche ( le più fresche e tenere che trovate ) , 1/2 l circa d’acqua di cottura delle ortiche precedentemente filtrata e lasciata intiepidire , 1 patata di circa 100 g lessata e schiacciata , 6 g di zucchero , 12 g di sale , 12 ml di olio e.v.o.

Procedimento :

Come prima cosa avendo cura di indossare i guanti mettete a bagno le ortiche con abbondante bicarbonato ( o amuchina ) per una mezz’ora così da sterilizzarle : quindi sciacquatele per per bene e fatele lessare in un tegame d’acqua in ebollizione precedentemente posto sul fornello per 3 – 4 minuti . Una volta cotte scolatele avendo cura di conservare l’acqua di cottura che verrà poi utilizzata nell’impasto ed una volta freddate strizzatele per bene e tritatele il più finemente possibile . Disponete quindi la farina precedentemente setacciata a fontana sulla spianatoia , al centro ponete le ortiche , la patata ( lessata e schiacciata al momento per evitare che formi dei grumi ) , il pizzico di sale e lo lievito precedentemente disciolto assieme allo zucchero in un poca d’acqua tiepida ; unite anche acqua di cottura delle ortiche q.b. ed un filo d’olio , quindi , procedendo dal centro verso l’esterno impastate il tutto incorporando gradatamente la farina . Una volta ottenuto un composto liscio , elastico  ed omogeneo ponetelo in una ciotola leggermente infarinato ed avvolto con un panno a lievitare in un luogo con temperatura di circa 20 – 30 gradi ed al riparo da correnti d’aria fin che non avrà raddoppiato il suo volume . Fatto ciò ponete l’ impasto del pane alle ortiche sulla spianatoia leggermente infarinata , lavoratelo brevemente e formate le pagnottelle della forma che più preferite , ponetele quindi su di una placca rivestita con carta forno e lasciate nuovamente lievitare come fatto in precedenza fin che non avranno raddoppiato di volume . Infornate dunque il pane alle ortiche in ambiente preriscaldato a 180°c per circa 40 minuti o comunque fin che non risulterà cotto , quindi sfornate e lasciate intiepidire prima di servire .

DamGas

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.