Oleolito alla lavanda rimedio contro le punture d’insetto e tanto altro

lavanda e ape-ingrediente perduto

Questa volta vi propongo una ricetta che però non gusterete, ma che vi sarà molto utile in questo periodo purtroppo affollato da zanzare ed altri “simpatici” animaletti.

oleolito lavanda-ingrediente perduto

Si tratta dell’ oleolito alla lavanda  utile per lenire il prurito in seguito a puntura d’insetto e per dare sollievo ad una pelle arrossata.
 Ringrazio il mio amico Claudio (uomo dalle mani d’oro) che mi ha consigliato la “ricetta”.

Alcune notizie sulla lavanda le ho trovate in questo bellissimo sito al quale vi rimando.

Raccogliete i fiori di lavanda preferibilmente appena fioriti, ma in mancanza potete usare anche quelli secchi che trovate in erboristeria.
Vi serviranno

  • 250 ml olio mandorle dolci  o di girasole bio
  • 100 g fiori lavanda

mettete tutto a macerare per 30 g in un luogo buio e asciutto, agitando il barattolo almeno una volta al giorno, va benissimo dentro la vostra dispensa.

Dopo un mese dovete filtrare il tutto due volte attraverso l’uso di una garza fine fine,  la prima volta lasciate percolare naturalmente il liquido e poi strizzate un po’ i fiorellini di lavanda, se avete usato i fiori freschi dovete lasciare decantare il filtrato coperto per almeno 24 ore in modo poi da poter dividere
l’ oleolito dall’acqua formatasi come deposito sul fondo;  poi procedete con la seconda filtrazione.
Travasate in un contenitore di vetro scuro, io in genere utilizzo la boccetta dell’olio di mandorle dolci.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.