Japanese cotton cheese cake

Il matrimonio è popolare

perché unisce il massimo della tentazione…

Con il massimo dell’opportunità…
George Bernard Show (1856-1950)


La ricetta di questo dolce sembra impazzi nel web..
Lo confesso …non ho saputo resistere alla tentazione di prepararlo…


Ho guardato il video più volte ma era talmente facile da fare che potevo preparalo a ..memoria…
Il titolo del post è veramente lungo ma l’ho riportato fedelmente, tanto per non sbagliare, e onestamente non so se l’origine del dolce sia giapponese…
Quello che mi preoccupa nella preparazione di una ricetta è quello che non viene detto più delle spiegazioni anche se sono dettagliate
Per esempio: viene consigliata la cottura a bagno maria..il dolce è delicato e fin qui ci sta bene..
Ma i guai cominciano quando viene raccomandato di avvolgere la base dello  stampo ( a cerniera) con carta d’alluminio per evitare che l’acqua del bagno  maria penetri nello stampo… 
Ora la larghezza del foglio di alluminio è standard e per quanto  si ponga ancora uno foglio in senso opposto a quello precedente e si avvolga con cura la base…l’acqua penetra nello stampo…
Primo problema!!
Quindi quando, cocciuta come un mulo, ho preparato un’altra cheese cake ho usato uno stampo normale ( stessa misura di quello a cerniera), ho posto un tondo sul fondo e delle strisce lungo la circonferenza…
Il gusto del dolce è un poco salato, per cui forse e dico forse, è meglio usare della ricotta…
Il dolce si scurisce subito per cui è meglio fare ( come ho fatto nella seconda versione) porre un foglio di alluminio sullo stampo da togliere a metà cottura..
Comunque il dolce è ottimo e molto delicato!!!
Ragazze ho finito di fare il grillo parlante e passo alla ricetta!!!

Tempo di preparazione: 15′-20′
Costo:Medio
Difficoltà:*

INGREDIENTI

120 GR DI CIOCCOLATO BIANCO
120 GR DI FORMAGGIO SPALMABILE ( HO USATO PHILADELPHIA)
3 UOVA

Per prima cosa ho preparato lo stampo come appare qui sotto..

E come ho spigato nell’introduzione ho protetto la base con carta d’alluminio…
Ho scritto anche che, almeno per me, non ha funzionato: l’acqua è penetrata nello stampo…
Quindi ho preferito ( quando ho rifatto il dolce una seconda volta) uno stampo normale di cm 17 di diametro..

In un pentolino abbastanza capace fondere il cioccolato bianco spezzettato a bagno maria..

Ecco qui sotto il Philadelphia o altro formaggio spalmabile..
L’ho usato a temperatura ambiente..

Separare i tuorli dai bianchi che andranno montati con un pizzico di sale a neve fermissima..
Capovolgendo il contenitore in cui gli albumi sono stati montati devono rimanere attaccati sul fondo..


Mescolare con delicatezze il formaggio con il cioccolato fuso e tiepido..

Unire i tuorli..

E gli albumi montati a neve…

Versare il tutto nello stampo ed infornare in forno preriscaldato, ventilato a 170° per 15′.
Abbassare la temperatura a 160° e cuocere per altri 15′.
Spegnere il forno e lasciarvi il dolce per altri 15′..
Infilare il manico di un cucchiaio di legno nello sportello..

Come ho scritto nell’incipt del post ho notato che il dolce tende e scurirsi quasi subito per cui l’ho coperto con un foglio di carta da forno o alluminio..
Nella seconda preparazione ho posto subito un foglio di carta forno togliendolo a metà cottura…
Forse nè oggi e neanche domani accenderete il forno (oggi in macchina non riuscivo a toccare né il volate né il cambio) ma annotate  la ricetta per tempi più ..propizi!!!


Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]