Il tacchino in festa con susine uva rosada e vino rosé

Guardate cosa vi ho preparato 
per il pranzo della domenica



Il tacchino è in festa, 
circondato da susine e uva profumatissime,
aromatizzate con il porro e il vino rosé.

Ecco cosa dovete subito preparare per cucinarlo

Ingredienti 
per 3/4 persone:
  • fesa di tacchino da 800 g/1 kg
  • 1 porro
  • 4 susine (o quantità diversa in base al vostro gusto)
  • 10/15 chicchi d’uva rosada red globe
  • mezzo bicchiere di vino rosé
  • pepe bianco q.b.
  • sale q.b.
  • qualche fogliolina di mirto
  • due cucchiai di olio evo
  • 2 noci di burro
  • brodo di carne o vegetale


Preparazione
(circa 2 ore):

  1. Prendiamo una padella capiente, facciamo scaldare l’olio, il burro chiarificato e facciamo prendere colore alla carne su tutti i lati, innescando la reazione i Maillard e permettendo la caramellizzazione degli zuccheri, delle proteine e degli amminoacidi della carne. Aspettiamo il momento giusto per girare e rigirare la carne, usando magari una pinza, ma senza bucare la carne e senza fare uscire i succhi.
  2. Prendiamo una teglia da forno e continuiamo la cottura arrosto, preriscaldando il forno a 200°. Versiamo nella teglia un po’ di olio evo, le foglioline di mirto e mezzo porro tagliato a rondelle, quindi vi adagiamo la carne e copriamo con del brodo fino a metà altezza. Regoliamo con il sale.
  3. Cuociamo fino a raggiungere la temperatura al cuore di circa 60°. Verifichiamo con una sonda per evitare di protrarre la cottura e asciugare eccessivamente la carne. Regoliamo ancora con sale e pepe bianco.
  4. Nel frattempo prendiamo un’altra padella, versiamo una noce di burro e l’altra metà di porro tagliando a rondelle. Facciamo scaldare a fuoco basso e poi uniamo le susine tagliate a pezzettoni irregolari e i chicchi d’uva interi.
  5. Facciamo cuocere velocemente, sfumando con del vino rosé e facendo attenzione a non rovinare l’aspetto e la consistenza della frutta, la quale deve prendere sapore, caramellizzare e creare un bel sughetto dal colore irresistibile.
  6. Tagliamo il nostro arrosto e serviamolo con la frutta appena preparata.

In famiglia abbiamo amato subito questo arrosto, fin dalla sua preparazione. Il profumo e il colore erano accattivanti e ci stavano lentamente conquistando prima ancora di sederci a tavola.
Io trovo che questo sia un buon modo per preparare la carne di tacchino e per dargli un tocco diverso e un sapore intenso. Provatelo anche voi.



Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]