Gelatina di cedro

Filippo Napoletano (attribuito),  Natura morta con un cedro
Filippo Napoletano (attribuito),  Natura morta con un cedro
(1620-1629)
Firenze, Galleria degli Uffizi, Depositi
Come si può vedere nel blog ho una passione per le nature morte, spesso, nei mie “vagabondaggi” artistici, quando mi capitano di vedere i quadri con i frutti vengo sempre catturata da quelli presenti i cedri; sarà per il fatto che non li vedo nei banchi dei mercati, mi danno l’idea di un frutto raro e prezioso la cui testimonianza artistica ne dona ancora più valore. Il quadro in questione n’è un esempio, rappresenta un cedro dalla buccia spugnosa posto su una lastra di pietra, sullo sfondo si nota un paesaggio al tramonto sul quale spicca il colore giallo oro dell’agrume. Il dipinto è stato attribuito a Filippo Napoletano per via della somiglianza con un quadro che raffigura Due cedri a grandezza naturale osservati da due punti di vista, conservati oggi al Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.

Filippo Napoletano, Due Cedri
Filippo Napoletano, Due Cedri
Firenze, Sezione Botanica, Museo di Storia Naturale, Università di Firenze

Quest’ultimo era stato realizzato insieme con altre nature morte nel 1618 per il granduca Cosimo II Medici che, oltre a collezionare dipinti dei seguaci di Caravaggio, era interessato di scienze naturali ed aveva commissionato a vari pittori quadri di fiori, frutta ed altri prodotti della terra in particolare delle sue ville urbane e suburbane. I quadri, infatti, uniscono il gusto caravaggesco agli interessi scientifici naturalistici che Filippo Napoletano apprese durante il soggiorno romano nel 1614-1617.

A parte questa divagazione artistica, con enorme sorpresa alcuni mesi fa insieme ai limoni mi hanno regalato anche alcuni cedri, con uno ho realizzato questa sorta di crema o gelatina degli altri parlerò prossimamente. Da tempo avevo riposto una ricetta di una crema di limone senza uova, latte e farina, composto solo di acqua, amido di mais ed ovviamente zucchero. Ho voluto provarla con la buccia ed il succo di un cedro, non so se sia più giusto chiamarla crema o gelatina per via della consistenza, a parte il nome è ottima per chi ama il gusto ed il profumo agro-amaro di cui il cedro è protagonista.
Gelatina di cedro

Ingredienti:

1 cedro succo e buccia grattata  
250 ml di acqua            
150 g di zucchero semolato       
50 g di amido di mais  

Preparazione:

In un pentolino si versa l’amido di mais, lo zucchero e la buccia grattugiata del cedro, si versa il succo ed a poco a poco l’acqua, si mescola il tutto e si mette sul fuoco a basse temperatura e si continua a girare finché non si addensa. Si toglie dal fuoco, si gira un po’ e si lascia leggermente raffreddare e si trasferisce in un ciotola e si lascia raffreddare completamente. Si conserva in frigorifero coperto.





Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.