Di savoiardi e tiramisù

Era da tempo che non mi cimentavo in una “preparazione di base” ancora mai sperimentata. E dato che per il mio imminente compleanno avevo in mente di fare una charlotte alle fragole (in realtà, prima che mi venisse voglia di rifare la torta mimosa), ho pensato che fosse giunto il momento di provare a fare i savoiardi.
I savoiardi in sè non mi piacciono molto, non li mangio mai. Ma, dopo la torta paesana, il tiramisù potrebbe proprio essere il mio dolce preferito (se volete una variante al classico tiramisù, qui trovate quello alla nocciola).
E quindi, una volta preparati i biscotti, vuoi non preparare anche un tiramisù? Dovevo assolutamente sentire la differenza col dolce fatto coi biscotti comprati. E si sente, ovvio che sì. Quindi ora, così come non ho più comprato una pasta briseè pronta da quando l’ho preparata io, così mi sa che ogni volta che vorrò fare un tiramisù mi muoverò un pochino in anticipo per preparare anche i savoiardi. E farei lo stesso discorso per la pasta sfoglia, se non fosse per il fatto che non dovrei avere proprio nulla da fare!
Ma tornando ai nostri biscotti, consiglio anche a voi di provare a farli perché sono semplicissimi da realizzare! Basta solo avere la pazienza e la cura di incorporare bene l’aria nelle uova.
Una volta fatti, se non dovete utilizzarli e/o mangiarli subito, chiudeteli in una scatola di latta o in un sacchettino di quelli per il freezer, così rimangono morbidi.
Per la ricetta ho seguito la bibbia il libro del maestro Santin! Ho semplicemente dimezzato le dosi per non ritrovarmi con duecento teglie di biscotti… Per quanto riguarda la crema al mascarpone, non faccio nulla di particolare, seguo la “ricetta a occhio” che usava mia nonna.
A presto :-)

Ingredienti:

150 g di albumi
125 g di tuorli
125 g di zucchero semolato + un po’
38 g di fecola
90 g di farina

500 g di mascarpone
6 cucchiai di zucchero
3 uova
cacao amaro q.b.
caffè q.b.

La Ricetta:

Iniziate dai savoiardi. In una ciotola capiente montate i tuorli con 100 g di zucchero fino ad ottenre un composto chiaro e spumoso. I restanti 25 g di zucchero montateli insieme agli albumi ottenendo così una meringa morbida, e tenete da parte.
Mescolate insieme la fecola e la farina, e poi setacciate il tutto sui tuorli. Mescolate con cura dal basso verso l’alto con una spatola per non smontare il composto, e poi fate la stessa cosa aggiungendo ora gli albumi. Aggiungete sia le farine che gli albumi poco alla volta.
Foderate una teglia con della carta da forno, riempite una sac à poche con l’impasto, usando una bocchetta liscia, e ricavate così tanti bastoncini della lunghezza che desiderate. Spolverizzate con dello zucchero semolato (nella ricetta è previsto lo zucchero a velo per questo passaggio, ma io preferisco così).
Infornate a 180°C e cuocete finché i biscotti non diventano dorati, poi sfornateli e lasciateli raffreddare prima dell’utilizzo.
Per la crema al mascarpone, montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso (la storia è sempre questa, sì..!). Incorporate il mascarpone mescolando sempre con le fruste elettriche a bassa velocità. Montate gli albumi con un pizzico di sale. Passate ad una spatola e iniziate a incorporare un po’ di albumi per ammorbidire la crema, e poi continuate con quello che resta mescolando dal basso verso l’alto per ottenere una crema densa ma spumosa.
Per preparare il tiramisù, iniziate a coprire il fondo di una pirofila coi vostri savoiardi, bagnateli con del caffè, fate uno strato di crema, spolverizzate con un po’ di cacao amaro, e continuate così fino ad esaurire i biscotti (io comunque vi consiglio di fare 2/3 strati di biscotti al massimo).
Lasciate in frigorifero fino al momento di servire.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]