Cucinare senza sale : Le spezie

grande per dentro cucinare senza sale

CANNELLA

E’ la corteccia di due tipi di pianta appartenenti al genere Cinnamomum, ridotta in fogli sottili arrotolati a formare dei bastoncini. Originaria dello Sri Lanka, è assai conosciuta e apprezzata da tempi antichissimi.

CARDAMOMO

Diffusissimo in Oriente, è costituito dai semi essiccati dell’omonima pianta, che possono essere utilizzati da soli per aromatizzare preparazioni dolci o salate e che sono un ingrediente fondamentale della miscela del curry.

CHIODI DI GAROFANO

Questi boccioli essiccati di un alberello tropicale sempreverde erano noti ai Cinesi fin dall’antichità e si diffusero in Europa solo a seguito delle Crociate.

CUMINO DEI PRATI

Chiamato anche Carvi, i suoi piccoli frutti, originari del Mediterraneo orientale, sono oggi usati per aromatizzare pani e dolci, soprattutto nell’Europa Centrale.

CUMINO NERO

Affine ma non identico al precedente, è caratteristico delle cucine nordafricane, mediorientali e orientali.

CURCUMA

Polvere gialla derivata dalla lavorazione di una radice, dall’aroma intenso, simile a quello dello zenzero, ma più amaro.

CURRY

Miscela di spezie tipica dell’Estremo Oriente, impiegata soprattutto nella preparazione di umidi e stufati. Oggi è diffuso anche in Occidente, venduto in miscele preconfezionate contenenti curcuma, coriandolo, pepe e cumino, oltre ad altri aromi che variano a seconda del gusto più o meno piccante che la preparazione deve avere.

NOCE MOSCATA

E’ il seme essiccato di un grosso albero sempreverde originario delle Isole Molucche, ancora oggi diffusissimo nella cucina italiana, soprattutto in quella settentrionale.

PAPRICA

Miscela ottenuta da peperoni essiccati e macinati, caratteristici della cucina ungherese. Esistono varie qualità di paprica, ma la più diffusa è la paprica dolce.

PEPE

Tra le spezie è quella più diffusa in Italia; deriva dal frutto, contenente un solo seme, di una pianta rampicante originaria probabilmente dell’India. Il pepe si è diffuso in Europa fin dall’età ellenistica ed ebbe grande fortuna già nella cucina romana. Il pepe nero è il frutto maturo ed essiccato, il pepe bianco è il seme privato della scorza esterna. Il pepe rosa, o falso pepe, nasce invece da un’altra pianta, tipica del Sudamerica.

PIMENTO O PEPE DELLA GIAMAICA

E’ una spezia che si ricava dai frutti essiccati di una pianta sempreverde originaria dell’omonima isola dei Caraibi.

SENAPE

Dai piccantissimi semi macinati dell’omonima pianta erbacea si ricava un condimento in crema, diffuso in Francia già in epoca medievale. La pianta e i suoi semi erano conosciuti e utilizzati addirittura nell’antico Egitto.

VANIGLIA

Frutto di una pianta tropicale, ha forma allungata e contiene numerosi semini. Perchè il suo aroma si sprigioni, questo frutto deve essere fatto fermentare ed essiccare.

Fonte: Cucinare senza sale (P Cuvello- D. Guaiti)

Logo Design by FlamingText.com

Logo Design by FlamingText.com

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]