CROSTATA DI NOCCIOLE CON MOUSSE ALLA RICOTTA E MIELE DI CASTAGNO

“Angelica non è mai riuscita a mettere le radici.

Non ha mai voluto legarsi a niente e a nessuno, sempre pronta a fuggire per paura.
C’è un unico posto dove si sente a casa, ed è tra le sue api.”

Il miele mi è sempre piaciuto. Fin da bambina ho l’abitudine, alle sagre di paese, di fermarmi al banchetto del miele e di assaggiarli tutti.

Mi è stata data la possibilità di leggere in anteprima il nuovo romanzo di Cristina Caboni, apicoltrice e scrittrice sarda, già conosciuta grazie al bestseller “/redirect.php?URL=Sentiero dei profumi“.
La Custode del miele e delle api” parla di Angelica, una donna che riesce a trovare la pace solo tra le proprie api…
Alla fine del libro trovate il Quaderno del miele dove Cristina fornisce un elenco dettagliato dei diversi tipi di miele, illustrandone le caratteristiche e l’uso.

La ricetta che vi lascio è una crostata con frolla alle nocciole e mousse alla ricotta e miele di castagno. 

“Castagno (Castanea sativa) – Pungente, leggermente acre. E’ il miele della costanza e infonde coraggio nei cambiamenti. Intensamente vegetale, sa di legno fresco e camomilla.
Quasi nero, ha una cristallizzazione compatta”.

Ingredienti per la frolla alle nocciole

250 g di farina 00
65 g di farina di nocciole
50 g di zucchero a velo
2 uova
100 g di burro
1 cucchiaino di lievito


Ingredienti per la mousse alla ricotta e miele di castagno

200 g di ricotta
80 ml di panna fresca
67 g di miele di castagno
2 uova


Preparazione 
Mettete tutti gli ingredienti sulla spianatoia e impastate velocemente fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare per almeno un’ora in frigorifero.
Accendete il forno a 160° in modalità ventilato.
Imburrate la teglia, stendete la pastafrolla e disponetela nella teglia, eliminando la pasta in eccesso.
Bucherellate la base con una forchetta, copritela con della carta da forno e riempite la teglia con riso o fagioli secchi. Questa tecnica si chiama “cottura in bianco” ed è necessaria quando le torte da cuocere non sono farcite.
Fate cuocere la crostata per 25 minuti.

Nel frattempo preparate la mousse. Montate gli albumi a neve bene ferma e teneteli da parte. In un’altra terrina lavorate i tuorli con il miele, incorporate la ricotta e la panna. Infine aggiungete gli albumi e incorporateli al composto, con movimenti dal basso verso l’alto, aiutandovi con una spatola.

Trascorsi 25 minuti estraete la crostata dal forno, togliete il riso o i fagioli e farcitela con la mousse. Fate cuocere per altri 10/15 minuti a 200°.

“Perché il miele alla lavanda può calmare un animo in tempesta e quello di acacia può far ritrovare il sorriso.”

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]