Baccalà co’Porri (ricetta Toscana)

Le ricette “minimo impegno e massima resa” sono in assoluto quelle che preferisco.
E questa sicuramente è una queste.
Un’altra ricettina con il Baccalà, io che fino a qualche anno fà non lo compravo nemmeno, poi ho cominciato a comprarlo ammollato, ma lo facevo solo lesso. Così veloce da fare, sporchi una pentola sola e la cena in 15 minuti è pronta.
Ma sapete che poi la curiosità in cucina mi porta sempre a sperimentare e così, dopo le mie Polpette con Salsina Verde Appetitosa, ho voluto provarlo a farlo in umido.

IL BACCALA’ CO’ PORRI

Quando ero piccina, ricordo che spesso era il piatto del Venerdì  a casa nostra, la nonna lo cucinava per tutti, ma non ricordo certo la ricetta, anche perchè io non lo mangiavo proprio. . .e se ci penso ora .. mi dò proprio della grulla eh?!
La ricetta me l’ha passata la mia amica Silvia, che è una vera cuoca, non solo una CTP come me, che ringrazio di cuore! GRAZIE SILVIA!!!
E visto che è venuto davvero bene, ho pensato di condividerlo con voi.
Premetto solo, per esperienza, che anche se lo comprate ammollato non sempre è pronto per cuocere. A me è capitato di comprarlo in due supermercati diversi e abituata ad uno dove lo compravo di consueto sono andata sul sicuro, invece mi sono accorta, un po’ tardi, che era ancora salatino.
Ma visto che ne sono rimasti solo due pezzettini mingherlini, evidentemente la cosa non ha dato troppo fastidio a mio marito, che ha apprezzato molto e vi assicuro che lui per “l’umido” è parecchio ficoso, non so se per “colpa” di mia suocera che era un’ottima cuoca o per colpa mia che non sono molto brava con spezzatini e carne in umido in generale, ma il fatto è che questo è venuto come si deve!

Come si fà a dire di no a un piatto così?

Ingredienti:
(per 3-4 persone)
- 2 filetti di baccalà ammollato
- 2 porri
- 1 peperoncino (facoltativo)
- 1 bella manciata di olive nostrane (dalle nostre parti sono amarognole con cui di solito si fanno piatti in umido)
- 3/4 cucchiaiate di pomarola (per me al basilico)
- vino bianco qb
- prezzemolo tritato qb
- olio qb
- ca.  un po’ meno di mezzo bicchiere di vino bianco
- farina qb

Sciacquate abbondantemente il baccalà, non fate come me assicuratevi che non sia ancora troppo salato,
in modo che possiate ammollarlo il necessario.
Asciugatelo bene con della carta assorbente.
 Tagliatelo a pezzi abbastanza grandi ed infarinatelo 
 Mettetelo in una teglia, coperta con carta forno, passateci un po’ d’olio (non come nella foto un po’ di più)
e versateci il vino bianco.
Infornate a 180° per 15-20 minuti al massimo.
 Nel frattempo in una teglia mettete l’olio, i porri affettati finemente e il peperoncino.
Fate stufare bene qualche minuto fino a che il porro non sarà appassito.
Aggiungete qualche cucchiaiata di pomarola e cuocete
ma fate in modo che resti bello sugoso, 
io durante la cottura, circa 10 minuti, ho aggiunto acqua calda un po’ alla volta.
Nel frattempo sarà pronto anche il baccalà, 
levatelo dal forno
 e adagiatelo nella teglia con il sugo di pomodoro, 
io ho buttato anche un po’ del sughino della cottura in forno.
 
Fate attenzione che non attacchi e dopo 5 minuti
aggiungete anche le olive e il prezzemolo tritato.
Dopo qualche altro minuto, spengete.
Potete anche anticiparvi con la cottura,
tanto più rimane lì a fuoco spento più si insaporisce.
Ottimo anche il giorno dopo!
Servite ben caldo e fumante.
(spero che abbiate comprato un bel po’ di pane per fare scarpetta!)
BON APPETIT!

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]