FOOD BLOGGER: Valentina Gamna

Gli ultimi post di Valentina Gamna

Soufflé asparagoso della discordia

Sai che mio marito va in giro a dire d’essere il re del soufflé? Il soufflé gli ha preso il cuore e non può più farne a meno. Per colpa di un soufflé, questo qui con gli asparagi, stavamo quasi per litigare. O forse no. Abbiamo litigato. Un litigio breve, isterico: “Preferisci il soufflé a me? Ammettilo! Continua a leggere..

Continua a leggere..

Fiordiponti

Che piacevole sorpresa! Appuntamento con mio padre a Isola, amato quartiere milanese. Volevo portarlo in via Borsieri ma lui mi ha detto: “Vieni in va Pollaiuolo!” Ed eccolo qui: l’arcinoto Fiordiponti, che da Santa Margherita è sbarcato di recente nella capitale lombarda.  Evviva! Se già lo conosci, so che starai già fiondando in Isola (ce n‘è Continua a leggere..

Continua a leggere..

Tè alla marocchina

Massì che ne ho già parlato del Marocco. L’ho fatto qui con la ricetta del cous cous! Oggi più che una ricetta ti darò un consiglio: ogni tanto, non sempre ma ogni tanto, fermati. Non tutti i giorni, ma ogni tanto, fermati a bere un tè. Ogni tanto fermati e bevi un tè se non vuoi perderti Continua a leggere..

Continua a leggere..

Filetto di sarago con porro e curcuma

Quello che mi piace del lavoro di mio marito, e che un po’ – un po’ tanto – gli invidio, è che lui prende e va. Solamente oggi, nell’ordine, è stato a Roma, a Isernia, a Napoli e ora si sta dirigendo a Vietri sul mare. Io, invece, sto sempre qui. Vado via solo con Continua a leggere..

Continua a leggere..

Paella della sera

Il mio piatto preferito. Quante volte l’ho già detto? Adesso però sono seria. E mio marito è un drago. La paella di mare è senza dubbio uno dei suoi piatti forti. Lo so che sono di parte, ma tu ti devi anche un po’ fidare.  No, il pollo nella paella a mio avviso è eccessivo. Già è un Continua a leggere..

Continua a leggere..

Risotto alla seppia senza il nero

L’hai mai visto Boris? Serie tv di grande e meritata fortuna, italianissima. Con alla base un’idea semplice ma di grande effetto: riprendere la quotidianità di una troupe alle prese con una soap trash e buonista, dove già il titolo è un programma. Gli occhi del cuore.Seppia è il soprannome che Stanis, il divo, dà allo stagista.  Continua a leggere..

Continua a leggere..

Quiche simpatica, con piselli e fagiolini

Noi siamo del club “Viva la torta salata, sempre e comunque”. Anche se la ricetta di oggi, dice il marito che cucina, riguarda una quiche e non una torta salata. Ah sì? E quale sarebbe, di grazia, la differenza? Qualcuno dice che la quiche ha l’uovo e la pancetta, qualcun altro afferma non ci sia Continua a leggere..

Continua a leggere..

Risotto per i genitori

Difficile avere i genitori a pranzo, vero? Non per il marito che cucina, dirai tu. Sbagliato! I genitori sono imprevedibili: non si sa mai che cosa gli piaccia, a cosa siano allergici, che cosa non sopportino… del resto per almeno 20 anni hanno provveduto loro – le madri – a pranzi e cene. Sai che cosa accontenta sempre tutti? Continua a leggere..

Continua a leggere..

Asparago bianco tartufato

Dalla foto non si capisce. Che cosa non si capisce? Niente si capisce. Che cos’è, com’è come si fa. Innanzi tutto, l’ingrediente base sono gli asparagi bianchi.  Poi devo dirti anche che la ricetta è buona e facile. Buona, facile e di stagione. Buona, facile, di stagione e veloce.  Ricetta perfetta per chi, come me, Continua a leggere..

Continua a leggere..

Nerino in torta

Da quando abbiamo scoperto il cavolo nero non lo molliamo più. A dir la verità l’ho scoperto io, grazie al ristorante vegano dove pranzo sempre più spesso. Fosse stato per me non avrei mai comprato di mia sponte un ortaggio che nel nome contenesse la parola cavolo.  A me il cavolo non è che piaccia Continua a leggere..

Continua a leggere..