A SESTRI UNA SCARPETTA DI QUALITA’

foto 2

VERONICA GAREFFA

Situata a Sestri Ponente, più precisamente in Via Cerruti, la trattoria “La Scarpetta” riesce ad attirare l’occhio dei passanti con la scritta sull’insegna “specialità cucina ligure”. I tavoli sono disposti in un’unica sala, il che lascia intuire che il locale non sia tanto grande, ma l’ambiente  famigliare e la cordialità del personale mettono subito il cliente a proprio  agio. La trattoria si avvale di un menù fisso al modico prezzo di dieci euro, probabilmente anche perché, trovandosi quasi nei pressi della Fincantieri, vuole essere un luogo  che accoglie non solo famiglie, amici o coppie di fidanzati, ma anche i lavoratori che gradiscono godersi un buon pranzo senza spendere una cifra eccessiva.
Come si suol dire “amore al primo sguardo”, ma in questo caso potremmo dire “amore al primo piatto”. Difatti il menù ha saputo subito conquistarci con questa portata: tortelli alla salsa di noci. 

scarpetta tortelli

Tuttavia non bisogna lasciarsi ingannare dalla quantità consistente, perché dopo aver mangiato questo piatto non si resta per nulla appesantiti: merito  della  pasta fresca e del condimento  dal gusto particolare che lascia un retrogusto naturale in bocca.
Il menù, accanto alla voce “orata alla ligure”, riferiva anche: “secondo il pescato del giorno”. Per fortuna che l’orata era stata pescata, oserei dire, perché questo secondo piatto tipicamente ligure non poteva mancare.

scarpetta orata

Il  pesce era sicuramente fresco e i sapori e il sughetto si armonizzavano perfettamente con le patate, i pomodori, le olive e i pinoli.
E, per concludere in bellezza, il titolare ha saputo stuzzicarci ancora con la lista dei dolci fatti in casa. Tra le proposte, quella che ha suscitato maggiore curiosità è stata la panna cotta alla menta.

scasrpetta dolce
Il piatto è arrivato con una presentazione impeccabile: la panna cotta, molto fresca e leggera con un piacevole retrogusto alla menta, era accompagnata con cioccolato fuso, zucchero a velo e della panna ricoperta da una spolverata di cannella. In cucina, spesso, si intuisce il “manico”  dalla cura dei dettagli e questo piatto era certamente curato nei minimi particolari, pur rimanendo molto semplice.
Sicuramente questa trattoria merita un bell’otto, grazie alla bontà e alla qualità del cibo, ma anche perché un buon piatto portato a tavola con cordialità e un sorriso non guasta mai.

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.