2° COMPLIBLOG

Ciao a tutti!

Eccomi qua… a due anni di distanza da quando questo blog ha aperto ufficialmente i battenti..

Molti organizzano un giveaway o qualcosa di simile in queste occasioni, (magari  lo farò un giorno, chissà…in futuro potrei pensare a qualcosa che potrebbe farvi piacere) ma oggi preferirei farmi conoscere meglio e parlarvi un po’ di me

Cosa è successo in questi due anni? Cosa è cambiato? Beh ne sono successe di cose…intanto sono ancora qui, ad occuparmi del blog :-D e questo è positivo perché quando iniziai questo progetto non sapevo come sarebbe andata a finire e quanto tempo gli avrei dedicato..

Sicuramente tempo te ne prende parecchio e io inoltre ho il brutto vizio di iniziare le cose con estremo entusiasmo e finirle (perché mi stanco, mi annoio facilmente…) con altrettanto entusiasmo.

Ecco! su questo mio lato del carattere ci sto ancora lavorando… ho deciso di intraprendere meno cose da fare (sono un vulcano attivo in questo senso) e di essere più perseverante negli impegni assunti.

Ma cosa è cambiato?  in questi due anni ne sono cambiate di cose… Intanto sono cambiata io… per tanti motivi non ultimo ma in assoluto il più bello, sono diventata mamma!

Quando diventi mamma tutto il resto non conta (almeno per me è stato così), non cerchi più le cose di un tempo, non ti interessa più fare determinate esperienze, le cose che prima t sembravano importantissime ora passano in secondo luogo.

Andavo ogni giorno in palestra, compravo abiti firmati, viaggiavo, andavo in discoteca, uscivo la sera e andavo nei locali a bere o a mangiare, facevo il corso di cucito, il corso di crochet, la scuola di ballo caraibico…insomma tutte cose normali, banali, semplici ma vuoi mettere la gioia di alzarti la mattina e ritrovarti tuo figlio attaccato letteralmente addosso che appena apre gli occhi ti guarda come nessuno t ha mai guardata prima? Come se fossi la Madonna? E poi ride… e ti tocca… e ti abbraccia… insomma fare la mamma è la gioia più bella che la vita possa donarci!

Anche quando siamo stanche, quando non abbiamo dormito tutta la notte, quando abbiamo bisogno di una bella doccia (diciamoci la verità all’inizio è dura con questi cuccioli così bisognosi d’affetto che non si staccano un attimo da te e sei sempre sudata-rigurgitata-spettinata-affamata-e-supermegaindaffarata tra cambio pannolino, poppata, ricambio pannolino, bagnetto, poi fai le pulizie, poi cucina, poi stira, lava, ricambia il pannolino, ridai il latte e chi più ne ha più ne metta) comunque per i nostri figli siamo sempre “LA MAMMA” e ci adorano così come siamo, anche quando siamo stanche e nevrotiche, quando supplichiamo per poter fare uno shampoo , una doccia o semplicemnte la pipì (eh si i papà servono anche a questo… a permetterci certi lussi che chi non è mamma non può capire) e starebbero ore addosso a noi solo per sentire il nostro “profumo” :P , il nostro battito cardiaco, il nostro respiro..

Così ti adegui… diventi rapida… la mattina ancora devi aprire gli occhi ma già sai che prima d te c’è un altro essere umano che ha bisogno di essere cambiato, mangiare, ecc.. così t fiondi in bagno e t lavi la faccia mentre fai pipi (tranquilli è possibile se hai il lavandino vicino :P ) t vesti e già sei in ritardo, ahhhhhh!!! sbatti in tutti gli angoli di tutti i mobili di casa (anche se non ne hai :P  ) il piccolo non appena hai spostato il lenzuolo, quindi non quando sei arrivata in bagno, ma… appena hai spostato il lenzuolo… già sente la tua mancanza e chiama, piange, urla… uaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa che fai? Lo prendi, lo culli, lo allatti, lo cambi e poi pensi: “adesso mi faccio (mi prendo è un’utopia perché non hai nessuno che te lo ha già preparato :P ) il caffè”

Si. Il caffè. Magari! E come lo fai il caffè con una mano sola se nel frattempo devi tenere in braccio il cucciolo che ovviamente non vuole stare da nessuna parte se non addosso a te?! eheheheh ti adegui! Impari a tenere il bimbo con una mano e a mettere la caffettiera (che t sei preparata la sera prima anche se erano le 3 del mattino ed eri stanca morta) sul fuoco.

E poi c’è tutto il resto.. la tazzina, lo zucchero, la caffettiera calda…pericolosissima se tieni in braccio un bimbo perché credetemi, ma che ve lo dico a fare è ovvio che lo sapete! Toccano tutto!
Una cosa faccio e non la posso fare, si intromette sempre lui… ora è grandicello ha quasi 7 mesi e afferra tutto, ma prima? Beh!… prima era tosto ugualmente, quando non sapeva muoversi mi guardava come per dire “ora piango :-D così t occupi di me e lasci stare quello che stai facendo perché tu MIA sei e d me t devi occupare, non pensare che t prendi il caffè, che ti guardi una cosa in tv o che stiri (anche se stiri le mie cose) MIA SEI e con me devi stare, e non gioco e non sto in braccio a nessuno ma solo con te!”
Quindi cosa è cambiato in due anni? Le mie diottrie, ahahahah, mi è peggiorata la vista… il mio peso (che non è aumentato ma non è nemmeno sceso più di tanto… diciamo che ho perso solo 2 anni… ahahahah, no dai 2 kg li ho persi rispetto a prima :P ) …Ho cambiato casa ( di nuovo?! ahhhhhhh!!! negli ultimi 3 anni ho fatto 4 traslochi, bastaaaaaaaaaaa!!!) non vado più a scuola di ballo, non frequento più le persone di un tempo (amici?! Questi sconosciuti… non apriamo questo argomento…anche qui ci rido su ma sicuramente mi sn allontanata dalle persone che non si possono definire tali perchè non sono masochista e nemmeno ingenua), non ho più fatto un viaggio (visto che andare al supermercato non lo si può considerare tale), non frequento più il corso di cucito, non vado più a ballare il sabato sera (per fortuna a mangiare la pizza ancora si)  ma in compenso sono moooolto più felice di prima!Il blog ha avuto successo, ho comprato un dominio (www.lappetitovienmangiando.info), in futuro credo che comprerò anche uno spazio web, ho frequentato un corso di fotografia, ho molti nuovi amici, ho sperimentato un sacco di nuove ricette…

Non mi sono persa una puntata di programmi come “dolci dopo il tiggì” o “molto bene” e mi sono esercitata a riproporli nella mia cucina..
Tutto qui, al solito una delle mie passioni, cucinare, è rimasta al top delle mie attività quotidiane, l’altra, fotografare è stata per parecchio tempo (anche quando ero incinta) la seconda delle mie attività di routine e adesso che ho messo da parte (pare definitivamente) tutte le intolleranze agli alimenti che avevo, sono pronta a iniziare nuovi percorsi ( mi sto dedicando alle pappe e al salutismo che non vuol dire sconfinare in sacrifici assurdi ma adottare dei semplici accorgimenti per un programma di benessere fisico e psichico)
Nel ringraziarvi del tempo dedicatomi e dell’affetto dimostratomi in questi 2 anni vi saluto con la foto della colazione di stamane (una volta ogni tanto ci sta, anche se poco fa ho parlato di salutismo, credetemi che fa bene anche non stressarsi troppo su cosa mangiare e cosa non mangiare) e vi prometto che a breve posterò qualche ricetta per fare la  granita siciliana (anche se nel blog c sn già ricette a riguardo) perché checché se ne dica è fresca, appetitosa, perfetta nei momenti di arsura…meno calorica del gelato, senza lattosio, adatta anche a vegani e vegetariani… insomma perfetta in qualsiasi momento della giornata, dalla colazione alla cena.
11024798_10205909064464680_6093907729010434357_n
Quelle della foto sono delle tipiche granite siciliane (con panna sopra e sotto per intenderci)
Da sinistra abbiamo: pistacchio, mandorla e panna
Al centro: pistacchio, cioccolato e panna
A destra: cioccolato, mandorla e panna
Le brioches col tuppo le ho già fatte una volta ma sn finite prima che riuscissi a fare le foto quindi non ho un post dedicato e dovrò crearne uno (che farò quanto prima, prometto)  mentre un tipico esempio di granita lo trovate qui o qui o se date una sbirciatina alla sezione dedicata nel blog
A presto e buona Domenica a chi passa da qua! :*

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.