Zuppa ‘e cavuli



2 Novembre – L’Italia nel Piatto: Cavoli…è già Novembre

E fra poco sarà già Natale. Per chi ha superato più …anta ( come la sottoscritta ) il tempo vola, scivola via che è una bellezza. Ma l’importante è viverlo bene il nostro tempo, senza rammarico per ciò che è passato. Beh, adesso pensiamo all’appuntamento di oggi. Io ho preparato una zuppa con  verze, fagioli e maiale. E’ questo uno dei piatti più antichi della cucina calabrese e gli ingredienti che lo compongono sono da sempre quelli maggiormente usati dai ceti meno abbienti. E’ un piatto “povero” ma molto appetitoso tipico dell’entroterra silano. Ho detto maiale, ma più precisamente i nostri avi usavano gli ossi, solo e soltanto ossi e ben spolpati. Sempre seguendo il detto che del maiale non si buttta via niente! Però vi immaginate di andare in macelleria e chiedere un paio di ossa di maiale? Sicuramente il macellario ci guarderebbe in…cagnesco. Allora ho comprato delle costine.
Ingredienti
500 gr di costine
300 gr di fagioli bianchi
1 kg di verza
1 gambo di sedano
olio evo
pecorino grattugiato
sale q.b.
peperoncino piccante
1 spicchio d’aglio
Preparazione
La sera prima mettete in ammollo i fagioli e la mattina seguente metteteli a cuocere in una “pignata”  con acqua e sedano. Salate a fine cottura.
Pulite la verza, lavatela e tagliatela a striscioline.
Con le costine preparate un buon brodo di carne aggiungendo una costa di sedano, una cipolla e un pomodoro pelato. Salate moderatamente.
In una “tiana” versate l’olio evo e fatevi dorare uno spicchio d’aglio e un peperoncino piccante; aggiungete la verza tagliata e lasciatela stufare bagnandola con il brodo delle costine.

Unite poi i fagioli e la carne e a cottura ultimata insaporite il tutto con una spolverata di pecorino grattugiato. 


Servite la zuppa calda con crostini di pane.



E nelle altre cucine cosa succcede?


Valle d’Aosta: 
Piemonte 
Liguria
Lombardia 
Trentino Alto Adige
Veneto
Emilia Romagna
Toscana 
Umbria
Marche
Abruzzo
Campania
Puglia
Sicilia 
Sardegna

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.