Stinco di maiale alla birra (Guinness)

Preparare lo stinco di maiale alla birra Guinness per il giorno di San Patrizio mi è sembrata un’idea carina. La birra conferisce alla carne un aroma rustico e la ammorbidisce e, in più, le note della Guinness di cacao e caffè rendono lo stinco di maiale davvero unico. Da provare.

Il Saint Patrik’s Day è la festa nazionale in onore del patrono d’Irlanda e, oltre che a Dublino, viene festeggiato a New York, Boston, Montréal e Chicago dove ci sono tanti emigrati irlandesi. Ma sta diventando una tradizione anche in tante altre città del mondo. Come dico io: ogni scusa per festeggiare va bene.

Ingredienti:
1 stinco di maiale
1 bottiglia di birra Guinness da 33cl
2 rametti di rosmarino
10 bacche di ginepro
1 cucchiaino di sale
1 spicchio d’aglio
Pepe qb

Prendete lo stinco e se il vostro stinco ha anche la cotica, toglietela facendo attenzione a non tagliare anche la carne.
Prendete il sale e macinatelo grossolanamente con le bacche in un mortaio, poi unite il pepe ed il rosmarino. Cospargeteci bene tutto lo stinco massaggiandolo quasi.

Schiacciate l’aglio, pelatelo e strofinatelo sullo stinco.
Adagiate la carne dentro una piccola teglia da forno e, dopo aver aperto la bottiglia di birra, versatela dolcemente laterale allo stinco, così che non sciacqui il sale appena messo.

Se avete la cotica che avete tolto precedentemente adagiatela dentro alla marinata.

Ora coprite il tutto con della pellicola e mettete il vostro stinco in frigo: avrà bisogno di riposare una notte prima del grande giorno.

Di primo mattino dategli una girata all’interno della marinata: lo stinco avrà bisogno di un’ora e mezza di cottura.

Mentre il forno Si scalda a 190 gradi, lo stinco avrà bisogno di una procedura preliminare: prima di farlo finire nel forno avrà bisogno di essere rosolato in padella su tutti i lati (2 minuti per lato).

Rimettete lo stinco nella teglia, nella marinata, coprite la teglia con un “coperchio” di carta stagnola e infornate per 1 ora.

In quest’ora lo stinco cuocerà nei suoi succhi e nel vapore, quindi darà tutto se stesso per diventare morbido morbido.

Passata l’ora togliete la stagnola che copre la teglia e rimettete in forno per mezz’ora in modo che faccia la crosticina; se avete la cotica mettetela ben esposta a calore in modo da fare diventare croccantissima.
Servite caldo accompagnato dal suo ottimo sughino… Gnammignammi!!!

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.