Seadas

 

Oggi vi propongo la ricetta di un dolce tipico sardo : le Seadas o Sebadas. Sono dei dolci a base di formaggio avvolto da una sfoglia croccante e ricoperta di miele o zucchero.Essendo un prodotto a base di formaggio, la loro origine è da ricercare proprio nelle zone ad economia tradizionalmente legata alla pastorizia, quindi a quell’area definita ai quattro angoli da Barbagia, Ogliastra, Logudoro e Gallura.
Oggi sono considerati dei dolci, ma un tempo venivano servite come secondo piatto ed erano preparate in occasione della Pasqua o del Natale, periodo in cui anche i pastori facevano rientro a casa dopo il lungo tempo trascorso fuori dalle mura domestiche. Si narra che il piatto sia nato da un gesto d’amore delle mogli dei pastori verso i loro mariti che, dopo mesi di lunga e difficile transumanza, rientravano a casa. Era per dimostrare affetto e riconoscenza e per accoglierli con un dolce pensiero,per questo sono nate le Seadas.

Nella ricetta che segue ci sono delle piccole modifiche perchè non  è facile trovare il tipico pecorino sardo fresco che va messo nel ripieno.

Prima di passare alla ricetta volevo ringraziare la mia amica sarda Gianna perchè,  per la preparazione delle Seadas , ho seguito i suoi consigli. Vi consiglio di visitare anche il suo blog : cucina tra le isole   ci sono tantissime ricette interessanti!!!! :)

 

INGREDIENTI per 16 seadas :

Per la sfoglia :

550 g di semola rimacinata

50 g di strutto

300 g di acqua tiepida

5 g di sale

Per il ripieno :

500 g Percorino sardo fresco ma potete sostituirlo con un formaggio a pasta molle (come il filante Galbani)

buccia grattugiata di 3 limoni

succo di 1 limone

Per la finitura:

olio di semi di girasole

miele di millefiori (tutte le seadas che ho mangiato in Sardegna erano ricoperte con miele di millefiori anche se la ricetta originale vuole un miele amaro come il miele di corbezzolo) oppure zucchero semolato.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa sciogliere lo strutto.

In una ciotola versare la semola, lo strutto sciolto, il sale e l’acqua tiepida.

 

20150926_175621

 

 

 

 

 

 

Impastare il tutto fino ad ottenere un composto elastico ed omogeneo.

 

20150926_180410

 

 

 

 

 

 

Avvolgere l’impasto nella pellicola e facciamolo  riposare per circa 30 minuti.

Intanto tagliare il formaggio a fette spesse circa 5 millimetri.

Disporre le fette in un piatto piano, aggiungere la buccia grattugiata di limone ed il succo.

 

20150926_183522

 

 

 

 

 

 

Far riposare per circa 1 ora, girate le fette nel succo per fare in modo che  siano bagnate in maniera uniforme.

Prendere la pasta e stenderla con una sfogliatrice oppure con un mattarello.

La sfoglia dovrà essere spessa circa 3 millimetri, se usate una sfogliatrice passate la sfoglia al punto 4.

 

20150926_185329

 

 

 

 

 

 

Disporre un disco di formaggio sulla sfoglia.

 

20150926_192215

 

 

 

 

 

 

Ricoprire con un’altra sfoglia e  sigillare bene ogni singolo disco di formaggio.

 

20150926_192224

 

 

 

 

 

 

Con una rotella tagliapasta dentellata tagliare la pasta in eccesso in modo da ottenere la classica forma delle Seadas.

 

20150926_193101

 

 

 

 

 

 

Versare nella padella l’olio per friggere a fiamma medio-bassa e quando l’olio sarà caldo far friggere le Seadas. Non vanno girate altrimenti rischiate di romperle quindi durante la cottura bagnare la superficie con l’olio caldo.

 

20150926_220333

 

 

 

 

 

 

Quando saranno leggermente dorate levarle dall’olio e metterle su fogli di carta assorbente.

Servire le Seadas ancora calde ricoperte di miele sciolto precedentemente oppure potete cospargerle di zucchero semolato.

Le seadas possono essere conservate in frigo per circa 2-3 giorni oppure possono essere congelate singolarmente e, in quest’ultimo caso, vanno fritte alcuni minuti in più.

20150926_220813

Se volete potete seguirmi anche su fb cliccando mi piace alla mia pagina che troverete cliccando qui.

 

 

20150926_221014 20150926_220943

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.