Polpettone cotto in padella … al profumo di mortadella


L’estate è quel momento in cui
fa troppo caldo per fare quelle cose
per cui faceva troppo freddo d’inverno.
(Mark Twain)

Non so voi,  ma questo caldo mi sta sfiancando, è come se fosse sempre agosto a mezzogiorno, non riesco più a passeggiare, vivo praticamente respirando quasi esclusivamente aria condizionata, a casa, in auto, in ufficio … C’è chi la ama e chi la odia, ma nelle giornate più calde è un valore aggiunto a cui è difficile rinunciare, almeno per me è impossibile! Esco a passeggiare solo la sera e in quest’ultima settimana, particolarmente afosa a Roma,  anche raramente. Non riesco più a cucinare, vivo di frutta, insalate e tutto ciò che si possa gustare fresco e preparare con largo anticipo. Praticamente ormai cucino solo la mattina presto. Il mio amato forno è completamente andato in vacanza, per cui cotture esclusivamente in padella, più easy e non surriscaldano l’ambiente cucina. Oggi vi propongo il più classico dei classici: il polpettone. A casa mia è molto apprezzato soprattutto in estate, perché quasi tutte le varianti sono ottime sia tiepide che fredde. Con il polpettone non si sbaglia mai, perché è un piatto che mette sempre tutti d’accordo, grandi e piccini, e con questo mega caldo è uno dei piatti perfetti da trovare pronto al rientro dalla spiaggia, o da preparare in anticipo per poi godersi la cena nel fresco del giardino o della terrazza. Come dicevo prima, viste le temperature folli di questi giorni, niente cottura in forno, ma una più pratica preparazione in padella. L’unico consiglio che mi sento di darvi, prima di passare alla ricetta, è quello di evitare le vaschette di macinato pronto, scegliete il  pezzo di carne che preferite e chiedete al vostro macellaio di fiducia, di macinarlo al momento. Ed ora, ecco a voi … Mr. Polpettone! 

Ingredienti
300 gr di carne macinata fresca di  maiale
300 gr di carne macinata fresca di vitella
100 gr di mortadella 
2 uova bio 
2 rosette (o 200 gr di mollica di pane raffermo)
50 gr di parmigiano grattugiato
Noce moscata
sale
pangrattato q.b
olio di oliva
latte q.b.
Procedimento
Iniziate ponendo in una piccola ciotola il pane raffermo ad ammorbidire nel latte, o nell’acqua se avete delle intolleranze. Tritate la mortadella in un mixer e ponetela in una ciotola capiente, in cui unirete anche la carne tritata precedentemente salata, il pane ammollato nel latte, ben strizzato e sbriciolato, le uova, il parmigiano grattugiato e una grattata abbondante di noce moscata. Amalgamate bene con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo, a questo punto sempre con le mani dategli la classica forma del polpettone, poi passatelo nel pangrattato. Con attenzione e delicatezza, trasferitelo in una larga padella antiaderente in cui avrete fatto scaldare un filo d’olio evo. Portate a cottura lentamente girandolo di tanto in tanto, molto delicatamente. Accortezza vuole di non toccarlo fino a quando non avrà formato la crosticina, così non rischierete di romperlo. Una volta cotto, circa 30/40 min. trasferitelo su carta assorbente da cucina e lasciatelo raffreddare. Potrete gustarlo tiepido o freddo, è ottimo anche il giorno dopo, basterà conservarlo in frigo avvolto in carta d’alluminio e lasciato poi a temperatura ambiente almeno un’ora prima di servirlo. Perfetto al naturale o salsato con della maionese home made. Buon appetito!
Buona vita 
e alla prossima ricetta 

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.