Piadine all’olio d’oliva con esubero di lievito madre

Voglia di una piadina senza strutto? Oggi ad aspettarvi ci sono le piadine all’olio d’oliva con esubero di lievito madre, leggere e davvero molto gustose e semplici da preparare. Come sicuramente saprà chi possiede il buonissimo lievito madre, quest’ultimo va rinfrescato con cadenza settimanale.

Ovviamente dopo averlo rinfrescato, se il lievito è ben maturo, rimane un esubero che è davvero un peccato buttare e con il quale possono essere preparate svariate ricette. Fra le tante io ho scelto di preparare una piadina senza strutto, anche perchè non me lo ritrovo mai in casa e comunque preferivo un’alternativa più sana e genuina.

Così ecco nate le piadine all’olio d’oliva che ho farcito con dell’insalata e del petto di tacchino arrosto. Ovviamente per i ripieni potrete sbizzarrirvi e quindi utilizzare anche la classica farcitura di prosciutto crudo, squacquerone e rucola. Curiosi di scoprire come si prepara la mia nuova bontà? Seguitemi!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 + 40 di riposo minuti
  • Cottura:
    5 minuti
  • Porzioni:
    8 piadine

Ingredienti

Per le piadine

  • Farina 0 300 g
  • Olio di oliva 4 g
  • Lievito madre (Esubero non rinfrescato) 200 ml
  • Latte 90 ml
  • Acqua 90 cucchiai
  • Sale 8 g

Per il ripieno

  • Petto di tacchino (arrosto) 200 g
  • Mozzarella (Cheese) 200 g
  • Insalata q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa spezzettate l’esubero di lievito madre e ponetelo in una ciotola. Unite l’acqua e mescolate bene in modo da scioglierlo al meglio. Unite il latte a temperatura ambiente, l’olio extravergine d’oliva e un terzo della farina prevista nella ricetta.

  2. Impastate il tutto servendovi di un mestolo di legno e, non appena la farina si sarà ben assorbita, unite il sale e la farina rimanente. Continuate ad impastare il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico e non appiccicoso. Nel caso doveste ottenere un impasto appiccicoso, unite poca farina e continuate a impastare.

  3. Non appena avrete ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, formate una palla e ponetela in una ciotola ben coperta a riposare per 40 minuti. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e rovesciatelo su un piano infarinato. Dividetelo in 8 porzioni, dopodiché prendete una pallina e appiattitela con le mani.

  4. Prendete il mattarello e appiattite ulteriormente la pallina fino ad ottenere un disco sottile. Proseguite in questo modo fino ad esaurimento delle palline. Nel frattempo scaldate una padella antiaderente per crepes e, non appena sarà ben calda, ponetevi la prima piadina in superficie. Cuocete per un paio di minuti. Vedrete che si formeranno delle bolle che dovrete sgonfiare con uno stecchino.

  5. Dopo aver sgonfiato le bolle, rigirate la piadina sull’altro lato e proseguite la cottura ancora per due minuti. Togliete la prima piadina dalla padella e proseguite con la cottura delle altre allo stesso modo. Non appena le avrete cotte tutte, procedete alla farcitura, quindi disponete un po’ di insalata precedentemente lavata e tagliata, un paio di fette di arrosto di tacchino e la mozzarella a fettine sottili o a listarelle.

  6. Servite le piadine all’olio di oliva con esubero di lievito madre in tavola e buon appetito.

Consigli

  • Le piadine all’olio d’oliva con esubero di lievito madre si conservano in dispensa, chiuse in un sacchetto per circa 1 settimana.
  • Possono essere congelate separatamente e riunendole in un secondo tempo in un sacchetto, in modo da scongelarne anche solo una all’occorrenza.
  • Sbizzarritevi con i ripieni, iniziando a provare quelli più classici per arrivare poi agli abbinamenti più particolari.

Torna alla HOME PAGE

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.