Paella valenciana – Spagna

Il giro virtuale nelle gastronomie del mondo che vorremmo fare con voi fa tappa in Spagna! Chi di voi ci sia stato non può aver fatto a meno di deliziarsi il palato assaggiando i classici piatti proposti delle bellissime città spagnole, forse il più famoso è proprio la Paella le cui versioni sono tantissime e tutte gustose. Oggi assaggiamo il sapore tipico di Valencia.

paella

Paella valenciana

400 gr riso arborio
200 gr sovracosce di pollo
200 gr prosciutto di maiale
200 gr gamberi (e/o code di astice)
200 gr cozze
200 gr vongole
1 peperone rosso
1 peperone giallo
150 gr piselli finissimi
100 ml passata di pomodori
1 cipolla
1 cucchiaio di paprika (affumicata se la avete)
1/2 limone
100 ml di vino bianco secco
500 ml brodo vegetale
0,30 gr di Zafferano (2 bustine)
Olio extravergine di oliva, sale e pepe Q.b.
per guarnire: prezzemolo tritato e olive bianche spagnole

Cominciamo con l’eliminare dal pollo e dal maiale parti eccessivamente grasse e disossare il primo se necessario. In una padella larga, in Spagna ne usano una in ghisa apposta per questa preparazione perchè non tanto alta ma ben capiente, fate riscaldare alcuni cucchiai di olio extravergine e aggiungete la cipolla finemente tritata. Fatela imbiondire ed aggiungete la carne di maiale e di pollo rosolandola per bene. Lavate e tagliate a pezzi piccoli peperoni, uniteli poi alla carne e aggiungete i piselli sbollentati. Paella valencianaFate cucinare per 10 minuti, aggiungete il riso e mescolando bene finché non risulta tostato e lucido. Sarà quindi il momento di sfumare il tutto con del vino bianco e lasciando evaporare l’alcool.

Unite la salsa di pomodoro, il succo della prima metà del limone, mezzo cucchiaino di paprika affumicata e lo zafferano. Regolate di sale e pepe. Mescolate bene in modo che il riso copra uniformemente tutta la pentola e coprite con il bordo vegetale. Fate cuocere per una decina di minuti a fuoco vivace senza mescolare il riso, abbassate al minimo il fuoco aggiungendo tra il riso e la carne anche i gamberi e procedete la cottura per circa altri 8 minuti aggiungendo all’occorrenza altro brodo. La particolarità della Paella è che dovrà formare una crosticina nella parte bassa, appena paella spagnolasarà formata basterà guarire con le cozze e vongole aperte da crude, che si cuoceranno con l’intenso calore emanato dalla padella, una manciata di prezzemolo fresco, olive bianche spagnole e fettine di mezzo limone. Buon appetito!

Ps: Non perdere le altre squisitezze della cucina spagnola che abbiamo proposto sul nostro blog, come resistere al gusto piccante delle Patatas Bravas e la Zarzuela catalana? Piatti perfetti assieme alla Paella, proposta qui nella sua versione di carne e pesce, per una cena tutta spagnola facile anche da preparare in casa!

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.