Minestra di riso e piselli, la ricetta della mia famiglia


La vita non è quella che si è vissuta, 
ma quella che si ricorda 
e come la si ricorda per raccontarla.

(Gabriel García Márquez)

Negli anni settanta, negli Stati Uniti venne creata la definizione “comfort food”, un’espressione ormai universalmente utilizzata per indicare quel cibo che infonde in chi lo mangia emozioni positive e rasserenanti. Piatti il più delle volte semplici e genuini, spesso ricette di famiglia. Il cibo che si cerca quando vogliamo regalare a noi e ai nostri cari una coccola, un momento di confortante tranquillità. Cibi che già dal primo boccone ci riportano indietro nel tempo, a certe atmosfere affettive piacevoli e rassicuranti. Ovviamente ognuno ha i suoi comfort food, i miei  – dolci o salati – sono in assoluto quelli legati alle tradizioni culinarie della mia famiglia, i piatti della nostalgia, quelli della mia infanzia, il cui solo profumo mi accarezza il cuore e mi riscalda l’anima. Quasi sempre piatti poco elaborati, ma strutturati a forza di affetto. Quando le ricette si appuntavano sui quaderni o si tramandavano a voce e quando c’erano più quanto basta che grammi. Oggi, che una bufera di vento e pioggia rumoreggia fuori dalla porta, mi sembra la giornata più adatta per un caldo comfort food, come questa corroborante minestra di antica memoria.   

Ingredienti
per 4 persone 

250 gr di riso tipo Vialone nano
250 gr di piselli pesati puliti 
mezza cipolla 
50 gr di pancetta arrotolata
2 o 3 cucchiai di passata di pomodoro 
1,5 l di brodo vegetale 
Procedimento
Preparate del brodo vegetale veloce, portando a bollore dell’acqua con due carote, del sedano, una cipolla e un pomodoro (oppure utilizzate del granulato per brodo). Sbucciate la cipolla e tritatela insieme alla pancetta. Fate soffriggere in una casseruola il trito di cipolla e pancetta con un velo d’olio e un paio di cucchiai di passata di pomodoro. Aggiungete il brodo e i piselli (se non utilizzate i piselli freschi, potrete unirli ancora surgelati). Quando i piselli saranno quasi cotti, ma ancora sodi, aggiungete il riso e portate a cottura mescolando continuamente. Poco prima di unire il riso togliete qualche mestolo di brodo in eccesso, ma conservatelo potrebbe tornare utile durante la cottura a seconda se preferiate una versione più o meno asciutta di questa minestra. Servite ben caldo. 

Buon appetito!

Buona vita
e alla prossima ricetta!



Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.