Linguine con asparagi e ricci di mare


www.unacuocaimprovvisata.altervista.org

Un primo piatto delizioso (e un po’ costoso), che profuma sia di mare che di terra, capace di donare un piacere al palato senza confronti. Ideale per chi ama la cucina raffinata.

Ingredienti

250 g linguine

150 g di polpa di ricci di mare

250 g di asparagi selvatici

1 spicchio di aglio

Olio evo q.b.

Sale q.b.

Bottarga di muggine da grattare q.b. (se gradita)

Procedimento

Sciacquate accuratamente gli asparagi, poi eliminate la parte dura e legnosa del gambo; quindi metteteli in una pentola con del’acqua bollente leggermente salata e lasciateli cuocere per circa 3 minuti (a fine cottura dovranno risultare teneri ma ancora croccanti). Dopodiché tirate fuori le punte sbollentate e tagliatele a tocchetti.

Fate cuocere le linguine nella stessa acqua dove avete fatto sbollentare anche gli asparagi, ricordandovi che dovrete scolarle al dente. 

Nel frattempo mettete un filo di olio evo all’interno di una padella e lasciate insaporire insieme all’aglio intero, sbucciato, e leggermente schiacciato con il palmo della mano.  Appena l’olio si sarà insaporito, togliete l’aglio, mettete gli asparagi e lasciateli cuocere per due minuti, mescolando.

Prendete la polpa di ricci e mischiatela insieme ad un cucchiaio di acqua di cottura della pasta (non esagerate con l’acqua, altrimenti rovinerete i ricci).

Scolate le linguine al dente, trasferitele nella padella con gli asparagi e lasciate saltare per qualche istante insieme ad un mestolino bollente di acqua di cottura della pasta.

A questo punto spegnete il fuoco del fornello e unite la polpa di ricci di mare. Ricordatevi che la polpa dei ricci di mare non si deve mai cuocere, e che la padella deve essere calda solo per riuscire ad amalgamarli meglio.

Servite le linguine completando con una bella grattata di bottarga di muggine. Ci sta bene anche un filo di olio evo.

Puoi seguire le mie ricette anche su Facebook e Google+

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.