Il vincitore dell’MTC n. 48 di Maggio 2015 è…

E’ ora di decidere un nuovo menù al “Bistrot de Les Fées”. Giugno è arrivato. La voglia di mare e sole caldo è forte. Guarda dalla finestra. Il mare ha il colore intenso dell’estate. Quel blu in cui spesso ha affondato pensieri e sogni. Arriva l’odore di salsedine. Profuma tutta la sala. I pochi tavoli sono illuminati da quel sole mattutino, ancora troppo presto per ardere e colorare di giallo le pareti.
Chiude gli occhi. E’ così che le arrivano le ispirazioni. E’ così che viaggia tra i sapori e i paesi che vuole toccare. Indossa il suo grembiule, quello più bello, con i merletti. E comincia. Proprio quella mattina al mercato il suo pescivendolo di fiducia le ha portato il tonno “E’ fresco, signurì. vedite quanto è bbello!”. E bello lo è davvero, rosso fuoco. Arde come il sole d’estate. Lo taglia a cubetti e lo mette da parte. Ha i pistacchi, che da un po’ sono il leit motiv di tanti piatti del bistrot. Prende un po’ delle erbe aromatiche che ha sul retro, in quel pezzetto di orticello che ha imparato a tirare su con tanta cura. Il basilico viola, il timo limonato e la menta. Profumi che mescola al pangrattato e all’aglio. Manca solo una melanzana e quel grappolo di pomodorini che tanto l’hanno attratta al mercato quella mattina.
Taglia in quattro i pomodorini, mette su l’olio con l’aglio. Li fa andare velocemente. Mescola i sapori come fossero note di una canzone. Sa che ne verrà fuori un’armonia unica che la porterà lontano.
Il tonno, i pistacchi, le erbe aromatiche.. Il profumo si sparge in cucina.
Fettucce con tonno fresco, melanzane e pangrattato aromatico al pistacchio.
Sì, questa ricetta farà parte del nuovo menù del bistrot.

Un mese bellissimo. Un mese in cui ho imparato tanto, da ognuno. Quasi 160 ricette. La bravura non può più essere il solo metro di paragone. Ogni volta ne servono di diversi. E il mio è proprio quello che avete letto. Mi sono immaginata nel mio bistrot. Ho immaginato cosa avrei voluto proporre. Le ricette erano tantissime e da un prima rosa di circa 30 ricette mi sono concentrata su quattro:

Non pensavo potesse essere così difficile scegliere. Ad ogni decisione seguiva sempre un però.
E poi.. e poi mi sono lasciata andare ed ho ascoltato il cuore. Ho ascoltato quello che mi raccontava, di cosa mi parlava. E già dalla sola foto, dalla lettura del titolo, prima, e degli ingredienti poi, la scelta è ricaduta su Arianna.
Le sue fettucce sono quelle che sceglierei dal menù di un bistrot. Le sue fettucce sono quelle metterei io, nel menù del mio bistrot.
Le sue fettucce sono quelle che più di tutte mi hanno raccontato di quell’angolino che un giorno, spero, aprirò. Mi hanno raccontato di un mare che mi porto dentro, nel cuore e negli occhi, e che vorrei portare in quella piccola cucina.

Ad Arianna, che ammiro da quando ho cominciato a partecipare a questo meraviglioso gioco, alla sua bravura, alla sua competenza e alla sua simpatia, vanno i miei complimenti.
Ad Arianna va la mia ammirazione anche per quell’orticello e quelle erbe aromatiche che crescono rigogliose, cosa che io non riesco proprio a fare.
E adesso, tutti da lei a congratularvi e a gustare le sue fettucce.

Io mi siedo qui, alla finestra del mio bistrot e mi godo la gioia di questo mese trascorso con voi e di cui ringrazio ancora Alessandra, Caris e tutta la redazione MTC.
Arianna, adesso tocca a te :) In bocca al lupo :)

Altre ricette simili a questa:

VAI ALLA RICETTA


Nessun commento...

Inserisci un Commento

Devi effettuare il Login per inserire un commento.

[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]